Indra, società globale di consulenza e tecnologia, ha unificato le proprie attività nell’ambito delle Information Technologies (IT) in una filiale controllata al 100%. L’obiettivo è quello di migliorare le capacità di trasformazione del business promuovendo un orientamento verso le aree di maggior valore e crescita nell’ambito specifico del settore IT.

La società ha raggruppato questo business, che rappresenta il core delle attività in Italia, sotto il brand “Minsait-An Indra Company”.

Minsait, leader in Trasformazione Digitale e Information Technologies in Europa e in America Latina, ha rafforzato la propria offerta posizionandosi come partner di riferimento per reinventare tutti i settori e promuovere la trasformazione del business e della società. La controllata cerca in questo modo di cogliere il forte potenziale di sviluppo di questi mercati rafforzando la crescita delle vendite e, allo stesso tempo, l’attrattività per i migliori talenti.

Indra ha scelto l’Italia come primo Paese al mondo dopo la Spagna per il lancio della società Minsait, che avverrà il 30 ottobre in occasione del World Business Forum, nell’ambito di un apposito evento presso il MICO di Milano.

Guidata da Pedro Garcia, AD in Italia, Indra ha registrato In Italia una crescita esponenziale negli ultimi anni, triplicando il numero di professionisti e partecipando a importanti progetti quali il Sistema Pubblico di Connettività (SPC) e il nuovo sistema di sicurezza integrato dei Musei Vaticani, per citare solo i più recenti.

Nel 2018, la società prevede un’ulteriore crescita del fatturato vicina al +30% e superare i 1000 professionisti. Solo nel 2018 la società inserirà più di 225 professionisti, per la maggior parte giovani talenti entrati nel quadro del programma Smart Start.

“Il rinnovo della nostra offerta commerciale nel Paese sotto il brand Minsait ci colloca nella miglior posizione possibile per guidare i nostri clienti nei loro percorsi di trasformazione, confermando l’ambizione di contribuire, con tecnologia e innovazione, allo sviluppo e alla digitalizzazione dell’Italia”, ha commentato Pedro García, amministratore delegato di Indra nel Paese.

Leadership digitale rafforzata grazie al talento di Softfobia

Nell’ambito di questa ristrutturazione, la società ha completato questo mese un’importante operazione, rafforzando il proprio team con il talento di Softfobia, società sarda specializzata nello sviluppo di soluzioni digitali nei settori dell’e-commerce, del web marketing, della pianificazione strategica, del posizionamento e dell’ottimizzazione dei digital asset.

L’incorporazione del team di Softfobia consente di aumentare le capacità di Minsait aggiungendo nuove soluzioni e referenze al proprio portfolio, soprattutto nei settori Media e Industrial & Consumer Markets. In particolare, il gruppo che entra a far parte di Indra è specializzato in progettazione e gestione di portali web, sviluppo di architetture, progettazione grafica e nelle attività SEO ed e-commerce, ed è proprietario di prodotti di content management, soluzioni di digital engagement e piattaforme di gamification.

Un’offerta commerciale rinnovata per un mercato in crescita

Con la nuova offerta, Minsait cerca di cogliere il forte potenziale di sviluppo dei mercati della Digital Transformation e dell’Information Technology in Italia. Stando all’ultimo Rapporto Assinform-Anitec, nel 2017 il mercato digitale italiano è cresciuto del 2,3%, superando i 68,7 miliardi di euro; un trend positivo che si manterrà negli anni a venire con proiezioni di crescita del +2,3% (2018) e del 2,8% (2019).

Per cogliere questo potenziale, Minsait presenta un’offerta rinnovata, focalizzata su un chiaro orientamento al valore aggiunto, con una vasta gamma di value proposition di rilevanza strategica, un ecosistema di prodotti innovativi e un set di servizi che rendono possibile una collaborazione end-to-end.

In particolare, le nuove proposte di Minsait si articolano in quattro grandi dimensioni di gestione delle organizzazioni:

  • La creazione di nuovi prodotti e servizi, proponendo nuovi modelli di business per i propri clienti nel nuovo contesto digitale.
  • Il rapporto con il cliente finale, sempre più digitale, che richiede più personalizzazione, agilità e coerenza nel suo rapporto con le organizzazioni.
  • La gestione di operazioni e tecnologie, in una continua trasformazione verso livelli più elevati di efficienza operativa e flessibilità, in cui la tecnologia evolve rapidamente per rispondere alle nuove sfide del business.
  • La protezione del business, anticipando e gestendo i rischi tecnologici, operativi e strategici con soluzioni e servizi all’avanguardia che costituiscono la sicurezza integrale dell’azienda e dei suoi clienti.