SIA approva il bilancio 2016 e nomina il nuovo consiglio di amministrazione per il triennio 2017-2019

356

Giuliano Asperti e Massimo Arrighetti confermati Presidente e Amministratore Delegato della società

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di SIA, riunitasi sotto la presidenza di Giuliano Asperti con la partecipazione del 95,84% del capitale della Società, ha approvato il bilancio relativo all’esercizio 2016, la distribuzione del dividendo e ha nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione per il triennio 2017-2019. L’Assemblea ha deciso di distribuire un dividendo ordinario per l’esercizio 2016 pari a 44,55 milioni di euro corrispondenti a 0,26 euro per ciascuna delle 171.343.227 azioni. Tale dividendo verrà posto in pagamento a partire da lunedì 24 aprile 2017.

Nuovo consiglio di amministrazione e nomine

L’Assemblea Ordinaria degli Azionisti di SIA ha inoltre nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione – il cui mandato scadrà in occasione dell’approvazione del bilancio dell’esercizio 2019 -, Giuliano Asperti alla presidenza della Società e i consiglieri Fabio Albano (F2i SGR), Massimo Arrighetti, Alessandro Garofalo (Banca Mediolanum), Federico Giordano (Unicredit), Marco Lucchini (Cdp Equity), Barbara Poggiali (Poste Italiane), Salvatore Poloni (Banco BPM), Guido Rivolta (Cdp Equity), Marco Siracusano (Poste Italiane) e Valerio Zappalà (Orizzonte Infrastrutture Tecnologiche). Il nuovo Consiglio di Amministrazione di SIA è composto di undici membri eletti sulla base di liste presentate dai soci che, da soli o insieme ad altri azionisti, rappresentano almeno il 4% del capitale sociale. Il nuovo Consiglio di Amministrazione di SIA, riunitosi subito dopo il termine dell’Assemblea degli Azionisti, ha deliberato la nomina di Massimo Arrighetti quale Amministratore Delegato, a cui sono state inoltre attribuite le deleghe operative necessarie per la gestione della Società e del Gruppo.

Bilancio 2016

L’esercizio 2016 di SIA si è chiuso con ricavi pari a 390,8 milioni di euro in crescita di 2 milioni di euro (+0,5% rispetto al 2015), l’Ebitda a 118,6 milioni di euro, con un incremento di 2,1 milioni di euro (+1,8%), il risultato operativo che raggiunge i 100,8 milioni di euro con un miglioramento di 5,4 milioni di euro (+5,7%) e l’utile netto ammonta a 69,8 milioni di euro in calo di 3,2 milioni di euro (- 4,4%). Nel 2016, i ricavi di Gruppo sono saliti a 468,2 milioni di euro con una crescita di 18,8 milioni di euro (+4,2%) rispetto al 2015. In rialzo, anche l’Ebit che si attesta a 104,2 milioni di euro, con 3,7 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente (+3,7%). Il risultato prima delle imposte chiude a 103,7 milioni di euro in aumento di 3,1 milioni di euro (+3,1%). Sale, inoltre, l’utile netto di Gruppo a 70,3 milioni di euro, in crescita di 0,5 milioni di euro (+0,8%). L’Ebitda consolidato normalizzato, che non tiene conto di eventi e operazioni straordinarie, ammonta a 142,6 milioni di euro rispetto ai 130,4 milioni di euro dell’esercizio precedente (+9,4%). Il raggiungimento di questi risultati è stato reso possibile dalla qualità delle soluzioni offerte e dall’altissima affidabilità nella gestione di infrastrutture “mission-critical”, con livelli di disponibilità di servizio ai più elevati standard di mercato.