A causa del proprio comportamento scorretto, l’azienda americana dovrà pagare 900 mila euro

Il Consiglio di Stato conferma la sanzione di 900mila euro comminata a Apple nel 2011 da Antitrust per pratica commerciale scorretta ed aggressiva, a seguito della segnalazione di Altroconsumo.

L’organizzazione aveva raccolto in un dossier e in un video il comportamento scorretto dei venditori.

Apple non aveva informato adeguatamente i consumatori dei diritti di assistenza gratuita biennale dimezzando di fatto la garanzia legale prevista dal Codice del Consumo.

L’azienda di Cupertino si limitava a riconoscere esclusivamente la garanzia convenzionale offerta gratuitamente dal produttore solo per il primo anno. In caso di estensione per ulteriori 12 mesi i negozi proponevano di acquistare Apple Care al costo di 69 euro.

Apple dovrà inoltre ottemperare alle richieste dell’Antitrust con una corretta e trasparente informazione al consumatori sulla garanzia legale.