Smau le assegna il Premio Innovazione Digitale nella categoria Mobile e app che semplificano la vita

Tempo di lettura: 1 minuto

Assegnato a Equitalia, nel corso della giornata conclusiva di SMAU 2015, il Premio Innovazione Digitale nella categoria Mobile e app che semplificano la vita grazie al Servizio CBILL sviluppato dal Consorzio CBI.

Il progetto, attivo dallo scorso giugno nel quadro del percorso di semplificazione del rapporto con i contribuenti intrapreso da Equitalia, prevede che ogni cliente degli Istituti finanziari elencati sul sito www.cbill.it possa effettuare il pagamento degli avvisi e delle cartelle di pagamento emesse da Equitalia, comodamente dal proprio profilo di internet banking, con opzione di ricalcolo dell’importo prestampato sul bollettino RAV qualora esso risulti variato (a causa, ad esempio di pagamento in ritardo o di emissione di uno sgravio da parte dell’Ente).

Il servizio CBILL è stato lanciato il 1° luglio 2014 e fino ad oggi ha già fatto registrare oltre 1,4 milioni di operazioni, per un controvalore di circa 260 milioni di euro. Numeri destinati a crescere, considerando che è prevista a breve l’adesione di altri fatturatori, tra aziende private e pubbliche amministrazioni. Per quanto riguarda invece gli istituti finanziari, al momento sono già 525 – pari al 95% dei consorziati CBI – quelli che offrono il servizio. Tra i grandi fatturatori pubblici e privati, hanno già aderito ENEL Energia, ENEL Servizio Elettrico, varie ASL, Consorzi, Rai ed Equitalia.