Data Science Game 2016: gli scienziati dei dati del futuro

821

L’Università degli Studi di Padova tra gli atenei di tutto il mondo che hanno partecipato all’hackathon internazionale per il titolo di campione in Data Science. A vincere però è un ateneo russo

La fase finale della 2° edizione del Data Science Game, una piattaforma internazionale dedicata alle più prestigiose Università per raccogliere e incoraggiare gli studenti a dimostrare le proprie capacità nei Data Science, si è tenuta il 10 e 11 settembre al campus Les Fontaines di Capgemini. L’appuntamento ha visto ottanta studenti competere tra loro per affrontare una sfida di codifica per creare il miglior algoritmo e vincere l’hackathon che richiedeva di trovare le migliori soluzioni per un problema predittivo nell’ambito del settore assicurativo, mediante l’applicazione di dati e modelli di apprendimento automatico.

Le prime 6 squadre:

  • Premio Capgemini, per il 1° posto: Russian Data Mafia, Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca, Russia
  • Premio AXA, per il 2° posto: Cantab, Università di Cambridge, Regno Unito
  • Premio Microsoft, per il 3° posto: We just want our name to be the longest one, Università Skoltech, Russia
  • Premio Numberly, per il 4° posto: Jonquille, Università Pierre et Marie Curie, Francia
  • Premio Milliman, per il 5° posto: Brosio2BeWild, Università degli Studi di Padova, Italia
  • Premio QuantCube Technology, per il premio della Giuria: ml_noobs, Università Statale di Mosca, Russia

La short list dei Paesi che hanno partecipato alla finale include: Francia, Italia, Paesi Bassi, Russia, Germania, Regno Unito, Singapore, USA, Giappone e India.

Un tributo alla passione per la conoscenza

Per festeggiare la finale, i partecipanti da tutto il mondo sono stati accolti presso la sede francese di Microsoft, a Parigi, nel corso di un incontro della comunità scientifica internazionale dei Data Science. L’evento è culminato in una inedita tavola rotonda dedicata alla progettazione e all’apprendimento. La tavola rotonda, presieduta da Isabelle Guyon, Presidente della ChaLearn, ha coinvolto esperti di analytics di alto livello dei tre principali partner del Data Science Game: Capgemini Consulting, Microsoft e AXA.

Dopo la conferenza, studenti e partner hanno partecipato a una sessione speciale di networking.

Un hackathon particolarmente combattuto

Anche quest’anno, ancora una volta, il Data Science Game è stato un grande successo grazie al supporto dei suoi partner, che sono tutti importanti collaboratori nel campo dei Data Science. Per la fase finale, gli studenti sono stati accolti nello Château Les Fontaines, il campus del Gruppo Capgemini dedicato alla formazione e allo sviluppo. Microsoft ha fornito il proprio sostegno dando libero accesso ai cluster di computing di Azure, mentre la sfida finale è stata impostata da AXA. Un imponente hackathon di 30 ore ha portato alla creazione di alcune delle soluzioni più innovative e ricercate per la risoluzione del problema posto.

Il set di dati utilizzato per la competizione riguardava richieste di preventivi di assicurazione auto che AXA ha ricevuto da svariati intermediari e siti di comparazione. I partecipanti sono stati invitati a prevedere se la persona che aveva richiesto un dato preventivo avrebbe acquistato la polizza assicurativa a esso associata.

Al termine, i team sono stati classificati sulla base del loro punteggio previsionale. La misurazione delle prestazioni utilizzata è stata la perdita di registro (log-loss), una misura che di fatto penalizza fortemente le previsioni che sono sia ottimiste (le probabilità sono vicine a 0 o 1) sia sbagliate.