Microsoft Teams espande la collaborazione agli ospiti

784

Il servizio di collaborazione basato su chat disponibile per gli utenti business in modo integrato nella piattaforma di produttività cloud Office 365 apre le porte a persone esterne all’azienda

Microsoft ha annunciato che attraverso Microsoft Teams, utilizzato oggi da più di 125.000 organizzazioni e disponibile in 25 lingue, è finalmente possibile espandere la collaborazione a persone esterne alla propria azienda. Questo permette a clienti e ospiti esterni di prendere parte a chat e riunioni e lavorare su documenti condivisi, in un’ottica di maggiore produttività.  Questa scelta, nata per rispondere alla crescente domanda dei clienti di poter collaborare ed essere sempre più produttivi, segue tre direttive:

  • Ottimizzare il lavoro di squadra– A partire da oggi, tutti coloro che sono dotati di un account Azure Active Directory (Azure AD) possono essere aggiunti come ospite negli Teams
  • Sicurezza e compliance– gli ospiti vengono aggiunti e gestiti nel rispetto della massima sicurezza all’interno di Azure AD attraverso  la soluzione Azure AD B2B Collaboration. Ciò consente la sicurezza a livello aziendale, e politiche di accesso condizionato per l’ingresso degli utenti esterni.
  • Maggiore accessibilità di gestione IT– L’accesso degli ospiti in Teams viene gestito centralmente attraverso Office 365. Gli amministratori IT possono visualizzare, aggiungere o revocare rapidamente e facilmente l’accesso di un ospite.