A differenza degli investimenti in borsa (quella di Milano fu fondata agli inizi dell’1800), investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute è sicuramente un fenomeno molto più recente. I Bitcoin sono infatti comparsi soltanto nel 2009, ma nel giro di poco tempo si sono imposti permettendo a molte persone di ottenere interessanti profitti. Dato che […]

investire in bitcoin

A differenza degli investimenti in borsa (quella di Milano fu fondata agli inizi dell’1800), investire in Bitcoin e nelle altre criptovalute è sicuramente un fenomeno molto più recente. I Bitcoin sono infatti comparsi soltanto nel 2009, ma nel giro di poco tempo si sono imposti permettendo a molte persone di ottenere interessanti profitti.

Dato che è bene essere informati al fine di poter gestire in modo corretto i propri investimenti in Bitcoin e in criptovalute e, al contempo, evitare possibili truffe, una piccola guida per il trader principiante può risultare essere utile.

Per prima cosa si può affermare che investire in Bitcoin non è così difficile come si potrebbe pensare: i fattori da considerare non sono moltissimi eci sono pochi e semplici passaggi da dover seguire.

Come prima cosa è necessario scegliere una piattaforma qualificata attraverso la quale voler fare gli investimenti. Ci sono numerose possibilità di scelta come ad esempio 1k Daily Profit che, grazie ad suggerimenti, possono guidare anche un trader principiante. Una volta definita la piattaforma è necessario registrarsi con e-mail e password oppure utilizzare il proprio account Facebook. Solitamente si tratta di un’operazione gratuita che impiega qualche minuto e ovviamente bisognerà accettare il trattamento dei dati personali e convalidare le condizioni d’uso.

Il secondo passo consiste nel depositare la cifra desiderata – attraverso un’ampia varietà di metodi di pagamento – sul personale conto di trading. Da questo momento sarà possibile acquistare Bitcoin e criptovalute ed effettuare investimenti: basta scegliere la somma di denaro in euro da investire e cliccare su “acquista”.

Le ragioni che spingono ad investire nelle criptovalute deriva dalla possibilità di scegliere un prodotto decentralizzato ed immune dalla manipolazione dei prezzi da parte di un organo centrale e da ogni possibile influenza politica. A influenzare il prezzo sono altri fattori come ad esempio le recenti dichiarazioni di Elon Musk. Un’altra ragione per la quale gli investimenti in Bitcoin sono così in auge deriva dal trend positivo di crescita del valore delle monete elettroniche.

Se ad ottobre del 2009 il valore stimato dei Bitcoin era $ 0,001, sei anni dopo, ovvero a giugno del 2015, il suo valore era di $ 272.  Dopo circa 2 anni il valore era aumentato di oltre 10 volte, per, poi, arrivare, esattamente l’11 dicembre del 2017, ad una valutazione pari a 18,960 dollari per 1 Bitcoin. Il 16 marzo del 2021 si è registrato una valutazione di 55,197 dollari, il che testimonia ulteriormente, la validità di questo tipo di investimento.

Nonostante questo trend di crescita è importante non trascurare la volatilità degli investimenti in criptovaluta, che possono diminuire bruscamente durante determinati periodi.