Occorre potenziare il personale IT attraverso l’automazione dell’AI e del ML

Endpoint: proteggerli per sconfiggere le minacce

A volte, cercare di contrastare gli hacker può essere paragonabile a giocare una partita di calcio cinque contro uno. Sprovvisti di giocatori e risorse, gli avversari possono aggirare l’area che si sta difendendo in quel preciso momento, approfittare dello spazio scoperto per segnare e vincere la partita. Allo stesso modo, in ambito IT, quando mettiamo in sicurezza un punto di accesso, gli hacker riescono quasi sempre a trovare un ingresso alternativo. Nel momento in cui vengono individuati, i cybercriminali hanno già sottratto dati sensibili, bloccando le app sul dispositivo, con conseguente richiesta di un riscatto in Bitcoin per sbloccarle. All’interno di questo scenario poco rassicurante, è necessario che le aziende si dotino di una soluzione in grado di garantire loro una protezione adeguata dagli attacchi ransomware. Poiché la compromissione di un endpoint può portare a gravi conseguenze, è necessaria una difesa solida per sventare gli attacchi con strumenti adeguati a supporto del team IT.

Potenziare il personale IT attraverso l’automazione dell’AI e del ML

Fortunatamente, esiste una soluzione che consente di ottenere tutto questo senza dover ampliare l’organico o pagare per servizi costosi: l’automazione. Le migliori soluzioni di protezione degli endpoint combinano l’automazione con l’intelligenza artificiale (AI) e l’apprendimento automatico (ML) per rilevare e correggere gli attacchi in tempo reale, alla velocità della macchina e senza coinvolgere il personale IT. L’implementazione di questa soluzione consente ai team IT di dedicare il proprio tempo e le proprie energie agli attacchi più gravi, rispondendo ad essi.

SentinelOne, è l’unica piattaforma di cybersecurity che incorpora prevenzione, rilevamento, risposta e ricerca basati sull’Intelligenza Artificiale per endpoint, container, workload cloud e dispositivi IoT in una singola piattaforma Xdr completamente autonoma. Questa soluzione protegge tutti gli endpoint, offrendo alle organizzazioni piena trasparenza su tutto ciò che accade nel network, alla velocità della macchina per sconfiggere ogni attacco, in ogni fase del ciclo di vita delle minacce.

Come l’automazione di SentinelOne potenzia il team

I modelli di AI statica e comportamentale di SentinelOne presenti su ogni dispositivo, permettono di rilevare eventuali attività sospette – prive di qualsiasi collegamento al cloud – e consentono ai dispositivi di auto-ripararsi da qualsiasi cyberattacco in modo istantaneo. L’AI comportamentale sostituisce completamente il software antivirus e offre prevenzione, rilevamento, risposta e ricerca in tempo reale contro malware conosciuti e mai visti prima.

Le Sentinelle sono gestite tramite la piattaforma SaaS multi-tenant di SentinelOne, progettata per garantire una gestione flessibile e adattabile alle esigenze di ogni azienda.

La piattaforma di SentinelOne include molteplici soluzioni per la piattaforma di protezione degli endpoint (EPP) e per il rilevamento e la risposta degli endpoint (EDR), caratterizzate da un grado di protezione, rilevamento e risposta crescente:

  • Singularity Core: è il prodotto di sicurezza per endpoint entry-level, particolarmente adatto alle aziende che vogliono sostituire le soluzioni antivirus legacy con una piattaforma di protezione degli endpoint efficace e facile da gestire.

  • Singularity Control: offre maggiori opzioni per il controllo e la gestione dei dispositivi, tra cui il controllo del firewall e il controllo Bluetooth e USB. Questa soluzione, offre un controllo capillare, centralizzato e personalizzato dei dispositivi USB e Bluetooth su Windows e Mac, basato su criteri con eredità gerarchica. Il Firewall Control permette invece di monitorare il traffico di rete in entrata e in uscita, per entrambi i sistemi operativi Windows e Mac. In aggiunta è possibile etichettare i sistemi per l’assegnazione semplificata delle policy, mentre la consapevolezza della posizione touchless consente di assegnare il controllo della rete in base alla posizione fisica del sistema.

  • Singularity Complete: è rivolta alle organizzazioni che devono assicurare la protezione di endpoint moderni, soluzioni EDR avanzate e funzioni di threat-hunting. Singularity Complete si avvale della tecnologia Storyline™, che contestualizza in modo automatico tutte le relazioni di processo del sistema operativo in ogni momento, memorizzandole per indagini future. Questa funzione permette ai team IT di evitare lunghi compiti di correlazione degli eventi, individuando rapidamente la causa principale del problema.

L’abbonamento al servizio Vigilance Managed Detection and Response (MDR) può potenziare il team di sicurezza assicurando che ogni minaccia sia esaminata, gestita e classificata nella corretta priorità.

Come anticipare l’avversario

Con SentinelOne è come se i nostri compagni di squadra fossero tutti dei professionisti. Di colpo ci ritroviamo in vantaggio, mentre qualsiasi tentativo di attacco della squadra avversaria viene sventato.

Considerando che molte organizzazioni hanno dovuto affrontare situazioni complesse, legate a circostanze impreviste, come la pandemia, l’implementazione di una piattaforma di sicurezza automatizzata contribuisce a garantire la continuità di business delle aziende.

Per ulteriori informazioni consultate www.it.sentinelone.com

A cura di Paolo Ardemagni, Senior Regional Director Southern Europe & Emerging Markets di SentinelOne