Il progetto per insegnare i principi base della programmazione informatica iniziato nell’ottobre 2016 coinvolgerà anche da aprile la sede toscana di NTT Data

Demistificare il coding: riqualificarsi dopo il Covid

NTT DATA Italia, divisione italiana del colosso giapponese del settore dell’Information Technology, annuncia l’estensione da aprile del progetto “NTT DATA – Coding nelle scuole” anche ai giovani studenti della provincia di Pisa. Il primo laboratorio si tiene il 6 aprile con i bambini della Scuola primaria D.Chiesa presso l’IC L.Fibonacci di Pisa.

Nella stessa scuola sono a calendario per il mese di aprile altri 3 incontri ed altri 2, sempre in aprile, sono in programma nella Scuola primaria G. Pascoli dell’IC F. De Andrè di San Frediano a Settimo – Cascina (PI). Si prevede di proseguire poi con almeno un paio di incontri al mese, fino al termine dell’anno scolastico.

Con quella di Pisa, sono ora coinvolte nel progetto tutte le sedi NTT DATA Italia: in questo modo l’offerta diventa ancora più ampia e diffusa sul territorio.

Il programma prevede la creazione passo per passo di un videogioco in cui due personaggi si inseguono all’interno di un percorso con ostacoli e imprevisti, partendo da un’introduzione sulle differenze tra le modalità di ragionamento tra esseri umani e computer. Grazie all’utilizzo del software Scratch del MIT di Boston è possibile far comprendere facilmente i concetti chiave della logica del problem solving e del pensiero computazionale.

 “I bambini che imparano attraverso i nostri laboratori da adulti faranno lavori che oggi non esistono. Siamo convinti che la conoscenza del coding, oltre ad agevolarli nell’approccio alle discipline informatiche e al pensiero computazionale, potrà aiutarli anche a districarsi meglio nel mondo di domani”, dichiara Paolo Zanotti, Head of Marketing & Communication NTT DATA Italia.

Il progetto “NTT DATA – Coding nelle scuole”

L’iniziativa è nata a ottobre 2016 per diffondere i fondamenti della programmazione informatica fin dai primi anni di scuola: l’obiettivo è quello di sviluppare nei bambini competenze utili, in futuro, non solo in relazione a formazione e professionalità ma in ogni ambito della vita, e di contribuire ad abbattere il gender gap che vede ancora determinati settori del sapere tradizionalmente più adatti agli uomini. Ad oggi, con oltre 60 tecnici come docenti, sono stati attivati 385 laboratori, per un totale di circa 850 ore in oltre 60 scuole nelle città delle sedi italiane di NTT DATA (Cosenza, Genova, Milano, Napoli, Roma, Torino, Treviso e, in ultimo, Pisa), coinvolgendo all’incirca 7700 tra bambini e loro insegnanti.

Oltre ad espandersi geograficamente, l’offerta si è arricchita nel tempo con nozioni base di robotica e dimostrazioni pratiche attraverso piccoli robot educativi; formazione dei maestri, in modo da consentire loro autonomia didattica e diffondere così ulteriormente i bagagli di conoscenze; laboratori in inglese in un’ottica interdisciplinare; incontri con i bambini che vivono in residenze speciali per seguire terapie (Casa UGI a Torino e il Centro Maria Letizia Verga a Monza); lezioni da remoto per portare il coding nella scuola di Arquata del Tronto, ricostruita dopo il devastante terremoto del 2016.

NTT DATA ha, inoltre, partecipato con il programma “Coding nelle scuole” ad importanti iniziative a livello nazionale e internazionale, come la Europe Code Week, la Settimana del Rosadigitale e ad un progetto della Rete delle Scuole associate all’UNESCO volto alla valorizzazione delle diversità.