Lo Smart Working Pack di InfoCert fornisce servizi attivabili online che sostengono le aziende nell’operare efficacemente da remoto, in un contesto normativo in continua evoluzione

smart working
Tempo di lettura: 4 minuti

Le tecnologie che abilitano lo smart working sono già disponibili da anni sul mercato, ma le aziende italiane hanno sempre considerato non prioritarie le innovazioni relative ai processi interni.

Ora, con lo scattare dell’emergenza sanitaria dovuta al dilagare di Covid-19, anche dietro raccomandazione delle istituzioni, che impongono di evitare quanto è più possibile spostamenti e assembramenti, adottare modalità di lavoro più smart è diventato strategico per poter garantire l’operatività aziendale.  Si stima che siano circa 570 mila gli italiani che si sono organizzati per lavorare da casa, come se fossero in ufficio. Questo significa non solo dotarsi semplicemente di un sistema di conferenza web ma anche di soluzioni di firma digitale per poter sottoscrivere contratti e documenti, di identità digitale per poter accedere ai servizi on line, di comunicazione certificata (PEC) per mandare “raccomandate” digitali.

Inoltre, le aziende che in queste settimane vorranno accedere alle misure a sostegno del lavoro o della liquidità e misure fiscali previste dal DL “Cura Italia” potranno farlo solo attraverso canali digitali e soluzioni di trust digitale.

Un’opportunità importante per i lavoratori, ma anche un ostacolo per le aziende, che spesso si trovano a dover fare i conti con sistemi improvvisati, soluzioni non sempre adeguatamente collaudate ed un contesto normativo in continua evoluzione.

Questa sorta di esperimento forzato di smart working rappresenta il primo passo verso l’adozione di metodi di lavoro da remoto, che però devono essere pensati specificamente per questo scopo. Non si tratta, in sostanza, di fare da remoto quello che si faceva prima, ma ripensare in modo più efficiente i processi di lavoro grazie alle soluzioni di digital trust. Questo permetterà alle aziende di rilanciare la propria competitività, e di ritrovarsi con metodi di lavoro più efficienti anche dopo essere tornati alla normalità.

La tecnologia digitale rilancia la competitività

Le aziende devono attrezzarsi per mettere in piedi un sistema basato su asset digitali che consentano di lavorare in sicurezza e con la massima efficacia da casa come in ufficio. Come? Innanzitutto scegliendo partner affidabili e le tecnologie digitali più idonee per la propria organizzazione.

smart working Pack

“In regime di smart working è importante, per ogni tipologia di impresa, preservare la piena operatività – afferma InfoCert, società attiva nei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e Conservazione digitale dei documenti (Conservatore Accreditato AgID) – e per farlo occorre sfruttare quanto più possibile gli strumenti digitali previsti dalle normative sia per ottemperare agli obblighi ed adempimenti sia per garantire che le transazioni abbiano pieno valore legale”.

InfoCert, per soddisfare queste esigenze, offre tutta una serie di soluzioni di “trust digitale” per gestire il lavoro da remoto dell’azienda sfruttandone appieno le potenzialità. Attivabili direttamente online, queste soluzioni permettono di preservare il business con fornitori e clienti, continuare il dialogo con le pubbliche amministrazioni e mantenere il rapporto con i dipendenti. In questo momento dove riunirsi è impossibile, InfoCert permette anche di garantire il pieno valore legale delle riunioni del CdA o delle Assemblee da remoto.

Lo Smart Working Pack per lavorare da remoto in agilità

InfoCert mette a disposizione delle aziende uno Smart Working Pack: una soluzione completa per accompagnare le aziende ad operare da remoto in un contesto normativo che continua ad evolvere.

Ogni Smart Pack include sette servizi differenziati, che possono essere mixati a seconda delle esigenze effettive di ciascuna azienda scegliendo il pacchetto più idoneo (small, medium, large o extralarge, attivabili in promozione fino al 31 maggio):

  • Firma remota
  • Marche temporali
  • Dike GoSign Business
  • SPID Identità Digitale
  • Legalmail Bronze
  • LegalDoc Lite
  • Vademecum

Si comincia con il certificato di firma remota, valido per tre anni con video riconoscimento online incluso. Con le marche temporali garantite dall’Unione Europe è possibile certificare la data dei documenti dell’azienda in un solo click, mentre Dike GoSign Business permette di firmare online, condividere i documenti firmati direttamente da web via PEC o mail e creare veri e propri processi di firma.

Grazie alla firma remota si può ottenere SPID, l’identità digitale per accedere ai servizi della PA.

Legalmail Bronze è invece una casella PEC che offre 2 GB di spazio di casella e 3 GB per archiviare tutto in sicurezza.

È inoltre possibile conservare digitalmente le pec, contratti, fatture e documenti con valore legale grazie al modulo LegalDoc Lite.

InfoCert offre, sempre all’interno dello Smart Working Pack, un vademecum: una guida pratica, aggiornata sulla base dei decreti legge emanati dal governo per la gestione del Covid-19, per supportare l’azienda in tutte le esigenze di lavoro da remoto, dalla stipula di un contratto alla convocazione dell’assemblea dei soci.