Amazon Web Services Innovate Now

Arriva anche in Italia il portale Amazon Web Services Innovate Now, nuovo portale destinato alla vendita di servizi per le PMI. Per la sua implementazione nel nostro paese, Amazon ha scelto Predixit, soluzione italiana di AI per lo smart e-commerce. Predixit sarà AWS Marketplace Seller, inserita come unica startup in un gruppo di sole sette aziende made in Italy selezionate come seller ufficiali. La partnership, firmata con la società di Seattle, permette a Predixit di vendere attraverso i suoi AWS in Italia e all’estero.

Predixit è una sofisticata soluzione AI in autoapprendimento, una sorta di “sesto senso” digitale che si applica con intuitiva rapidità ai siti di e-commerce, mettendo a disposizione diverse soluzioni di marketing automation, promozioni customizzate, suggerimenti individuali, valutazioni personali dei comportamenti online, analisi predittive dei possibili desideri di acquisto del singolo cliente con l’obiettivo di includere nella piattaforma anche soluzioni di dynamic price e chatbot. Tutto a costi competitivi e senza la necessità di competenze tecnologiche per l’utilizzo e con un ulteriore step da sviluppare: Predixit mira a supportare il drive to store, integrando i dati archiviati online con la dimensione offline, ossia ambisce a passare dallo store virtuale al negozio fisico, e viceversa, per una esperienza di shopping fidelizzata e completa.

L’obiettivo sarà realizzato al termine della campagna di fundraising che punta a raccogliere 1 milione di euro in 12 mesi.

“In soli sei mesi abbiamo aumentato il capitale per 500 mila euro – spiega Luca Ruju, CEO & Founder di Predixit – portando il valore dell’azienda a 2 milioni di euro, prima con una campagna di crowdfunding che, grazie alla collaborazione con CrowdFundMe, ha attratto 107 investitori, chiudendo in anticipo sulla deadline con un overfunding del 350 per cento rispetto all’obiettivo e con una raccolta di 300 mila euro. Successivamente con un ulteriore aumento di capitale – appena lanciato – di 200 mila euro, il completamento della campagna di fundraising metterà Predixit in condizione di attuare il piano industriale 2019-2021, obiettivo di fatturato: 3,5 milioni di euro con circa 1.000 clienti B2B tra e-commerce ed agenzie, un IRR (tasso interno di rendimento) del 28 per cento per un terminal value di 7,5 milioni.”

Tra gli investitori professionali coinvolti finora, con un investimento di 200 mila euro EPM Srl, società inserita nel programma internazionale Elite Growth con oltre 1000 dipendenti e che ha recentemente effettuato il proprio ingresso nel settore energetico. E con un investimento di 100 mila euro Acacia Travel Holding, attiva nel segmento travel e azionista di riferimento del gruppo Portale Sardegna Spa – società quotata dall’AIM leader in Italia nell’Online Travel Agency – con un progetto comune per la verticalizzazione della soluzione nel booking online.

Predixit – L’AI

Dieci algoritmi brevettati per Predixit, soluzione user-friendly nata a Milano che sfrutta un sistema di AI che (ri)conosce l’utente, ne intercetta le preferenze ma non lo “insegue” al di fuori dello store visitato, una esperienza di shopping online personalizzata ma non intrusiva. Gli algoritmi – sviluppati in esclusiva dal team di Predixit in collaborazione con l’Università di Cagliari – “studiano” le caratteristiche del visitatore, delineando un’offerta a sua immagine nel rispetto della privacy. Predixit identifica il dispositivo connesso non la persona, storicizza i comportamenti in anonimato, non esce dal negozio virtuale e non vende i dati a terzi ma li usa esclusivamente quando il consumatore è nello store, non si trasforma in “stalker” dell’utente. Una successiva estensione di Predixit sarà lo sfruttamento dell’intelligenza artificiale nei negozi fisici.  La personalizzazione degli acquisti dal sito passerà allo store reale con il riconoscimento del cliente attraverso un sistema di integrazione e raccolta di dati online e offline e strategie marketing per il drive to store.

Predixit – I founder

A capo di Predixit Luca Ruju insieme ad altri due founder che mantengono il 75 per cento di Predixit (mentre il restante 25 per cento è affidato a terzi). I founder con importanti esperienze all’estero decidono di “rientrare in Italia” per scommettere sull’intelligenza artificiale per i retailer (on-line e off-line) con background in Business Administration, Bocconi e MIT, hanno lavorato per grandi aziende (Telecom Italia, Goldman Sachs e Oliver Wyman), per oltre 10 anni hanno vissuto e analizzato il mercato LATAM e USA, imprenditori seriali con diverse startup sulle spalle e 2 exit eccellenti, tra cui la mobile company italiana Zero9 (valutata 60 milioni di dollari) dal principale fondo Italiano della famiglia Bonomi “InvestIndustrial” e successivamente venduta a NeoMobile Spa, parte finanziata da BNL-BNP Paribas Group e parte con aumento di capitale da parte di MPS Venture and BlueGem. Predixit è accelerata nel 2015/2016 da Tim WCap. Tanti i riconoscimenti: Tech Tour Growth50 Awards, Edison Pulse Top 10 consumer, Top 100  startup Web Festival Europe, Top 10 Innovators Knowledge for Business, finalista all’Heroes Prize Competition. Top 100 startup d’Italia secondo la rivista Small Business Italia, finalista al Web Marketing Festival 2018 a Rimini e premiata da Amazon durante l’evento.