Alta disponibilità trasformata in assoluta disponibilità dalla rete di Partner della QSL Italia

Tempo di lettura: 2 minuti

I corsi di approfondimento sistemistico riguardo al tema da sempre bandiera del gruppo QSL, sono iniziati quest’anno nella nuova sede di via Pietrasanta 12 a Milano.

 

Questi approfondimenti rappresentano l’evoluzione del percorso di conoscenza che il supporto tecnico dei partner Italiani possono ricevere, ma è certo che questi incontri sono destinati a rilasciare il massimo dell’esperienza costruita in anni di lavoro sul campo ed attraverso centinaia d’installazioni.

 

Lo staff QSL, esperto di Alta Disponibilità e di sistemi operativi, nel trasferire conoscenze, può solo incrementare la qualità del servizio e così, i primi 11 tecnici italiani delle società BP QSL qui di seguito elencate, hanno ricevuto una prima certificazione specifica, che unisce soluzione software e conoscenza del sistema operativo ( deep mood).

 

Pragma managment sistem ( VR),Matrix ( MI), Ankon group ( AN), DISC (BG), Soluzioni EDP ( VC), CTA (CO),Di.Tek. ( BO), Thesys/Studio81 (Roma), hanno preso parte al primo corso integrato di Alta Disponibilità e OS Pawer i, rivolto all’ottimizzazione ed al controllo per migliori performance in qualsiasi ambiente applicativo.

 

Obiettivo di QSL è trasporre in esperienza un enorme database d’installazioni e di conoscenza operativa, per arrivare a progetti della durata minima e di precisione Altamente Performante. Valorizzare e sfruttare al massimo l’hardware Ibm per creare maggiori vantaggi senza ulteriori investimenti. E’ questo, obiettivo dell’Assoluta Disponibilità di Quick EDD/HA e dei tecnici esperti in performance che compongono il cuore della rete QSL BP.

 

Contestualmente QSL si concentra su impegni d’implementazione delle funzioni di Quick EDD/HA al fine di aumentare la disponibilità dei sistemi e soprattutto “la qualità del servizio”.

 

Il cliente finale riceverà i benefici delle “performance Quick EDD” come positivo attributo sia economico sia qualitativo, e a sua volta presenterà al mercato le proprie performance come valore della propria attività.
In un mondo dove non vi sono distinzioni tra notte e giorno per l’operatività dei sistemi aziendali, aumentare la redditività del IT è il primo utile a bilancio non tassabile perché diventa prima di tutto un risparmio.