Con Vision One dite addio al sovraccarico di alert

Trend Micro annuncia Trend Micro Vision One, la nuova soluzione che permette di far fronte al sovraccarico degli avvisi di sicurezza e oltrepassare i vincoli delle risorse disponibili, grazie a una piattaforma estensibile che fornisce visibilità e risposta da un’unica console.

Il cuore della nuova piattaforma è la tecnologia Trend Micro di rilevamento e risposta estesi (XDR) e la soluzione migliora sensibilmente lo standard del mercato grazie a nuove funzionalità che aiutano i team di sicurezza a vedere di più e a rispondere più velocemente.

Trend Micro Vision One correla gli avvisi nell’intera infrastruttura

Le organizzazioni, sia che abbiano un Centro Operativo di Sicurezza (SOC – Security Operation Center) o che si affidino a team di security, sono oggi alle prese con strumenti in silos, avvisi scoordinati e minacce furtive e sofisticate. Trend Micro ha aiutato centinaia di organizzazioni a identificare e ridurre il rischio informatico attraverso la correlazione degli avvisi nell’intera infrastruttura, grazie alla prima soluzione XDR del settore, presentata nel 2019.

Con Vision One Trend Micro risolve le sfide di sicurezza ancora più complesse, grazie a un miglioramento della tecnologia di rilevamento e risposta, una nuova visibilità dei rischi, ulteriori integrazioni di terze parti e la risposta semplificata alle minacce nei diversi i livelli di sicurezza.

Con Trend Micro Vision One le organizzazioni possono massimizzare l’efficienza impiegando risorse di sicurezza meno sofisticate a un livello più esperto. La nuova piattaforma consente di analizzare più rapidamente gli incidenti di sicurezza, identificare gli schemi critici delle minacce e gli attacchi complessi, oltre a comprendere la postura e i trend generali della security, in modo che le organizzazioni possano identificare e valutare in modo proattivo i potenziali rischi.

Non a caso, secondo il report GartnerInnovation Insight for Extended Detection and Response di marzo 2020: “Due delle maggiori sfide per tutte le organizzazioni in termini di sicurezza sono l’assunzione e il mantenimento di personale operativo che sia tecnicamente esperto e la creazione di una capacità operativa in grado di configurare e mantenere una postura difensiva e fornire una capacità di rilevamento e risposta rapida. Le organizzazioni tradizionali sono spesso sopraffatte dalla sovrapposizione di queste due sfide”.

I vantaggi della piattaforma olistica di difesa dalle minacce di Trend Micro

Visibilità e Threat Intelligence: i modelli di rilevamento tra i diversi livelli, insieme alla visibilità dei rischi supportata dall’intelligence di Trend Micro Research, consentono alle aziende di vedere attacchi complessi o particolari punti di rischio che le soluzioni tradizionali non sono in grado di rilevare. Sono anche disponibili nuove informazioni dettagliate sull’utilizzo delle applicazioni SaaS, sui loro livelli di rischio e sulle tendenze

Sensori appositamente costruiti: integrazioni native con lo stack di sicurezza Trend Micro tra i livelli di sicurezza critici

Adattamento all’infrastruttura esistente: integrazioni API out-of-the-box con soluzioni di terze parti già in uso per completare i workflow

Gestione semplificata: possibilità di regolare i criteri di sicurezza e guidare le azioni di risposta tra i livelli di sicurezza da un’unica console, invece che divincolarsi tra diverse soluzioni o piattaforme

Come sottolineato in una nota ufficiale da Salvatore Marcis, Technical Director di Trend Micro Italia: «La nostra piattaforma Trend Micro Vision One aiuta i team di security a identificare facilmente le esigenze critiche, consentendo azioni rapide. Questa piattaforma di difesa dalle minacce continuerà a evolversi per rispondere a un panorama delle minacce in perenne evoluzione e per adattarsi all’infrastruttura delle organizzazioni».

Oltre alle soluzioni Trend Micro, Vision One può essere connessa ad altre tecnologie di sicurezza come le piattaforme di protezione degli endpoint di terze parti e i sistemi SIEM e SOAR, tra cui nuove integrazioni con Fortinet, Microsoft Sentinel e Splunk. Ulteriori integrazioni sono anche possibili con firewall, soluzioni di ticketing o di gestione delle identità e degli accessi.