Da Akamai il giusto equilibrio tra sicurezza e velocità sul cloud

Intenta a consentire alle aziende che hanno già scelto la sua Intelligent Edge Platform per fornire experience digitali di potenziare la visibilità, la velocità e la qualità delle performance, Akamai ha annunciato oggi l’implementazione di significativi miglioramenti sulla sua piattaforma.

L’obiettivo è ottimizzare la sicurezza, l’uso delle applicazioni basate su cloud e le web experience per migliorare la resilienza delle app grazie a protezione automatica, workflow ottimizzati e supporto di nuove app e modalità di utilizzo, ma anche ottenere una visibilità e una ricchezza di dati senza precedenti.

Se quest’ultima è finalizzata ad agevolare l’assegnazione di priorità, perfezionare il processo decisionale e garantire risultati aziendali più efficaci, l’intento di risparmiare sulle spese associate ai costi di uscita dal cloud pubblico e potenziare al contempo prestazioni, sicurezza e qualità della TV in streaming va di pari passo alla volontà di Akamai di fornire agli sviluppatori sia API sia automazione di grande potenza, mettendo a disposizione un ambiente di sviluppo agile.

Una risposta concreta anche alla pressione costante dei competitor
Con il proliferare di botnet sempre più sofisticate e potenti che ricorrono all’intelligenza artificiale per colpire le applicazioni web, i professionisti della sicurezza hanno oggi bisogno di strumenti che integrano metodi di rilevamento come l’analisi statistica del comportamento degli utenti, i rilevatori dei dispositivi connessi e gli aggiornamenti continui dei punteggi di rischio.

Con la release di oggi e, grazie ai miglioramenti introdotti, i clienti di Akamai potranno beneficiare di una raccolta di insight strategici, grazie a workflow semplificati e funzioni di reportistica cronologica e in tempo reale, così che i clienti possano capire l’impatto che le azioni di cyber-crime, hanno sugli endpoint protetti. La maggiore agilità viene invece generata dalle protezioni automatizzate e dalla protezione API integrata per difendere tutto il footprint dell’applicazione web, in aggiunta a nuovi connettori client che proteggono gli accessi dei dipendenti e gli accessi alle applicazioni aziendali da qualunque luogo.

Akamai ha inoltre ampliato la sua piattaforma per integrare la mitigazione immediata degli attacchi DDoS e offrire così più capacità e copertura regionale.

Performance e budget a braccetto nel cloud
Le nuove funzionalità introdotte da Akamai aiutano le aziende a gestire il costante balance tra gli sviluppatori, costretti a creare esperienze all’avanguardia per i clienti, e il rigore e la disciplina imposti dalla cybersicurezza.

I clienti che oggi ricorrono ad Akamai per le operazioni di cloud delivery possono ottenere miglioramenti in termini di performance e qualità, rendere più efficiente la delivery, velocizzare il rendering ed eliminare gli errori che hanno effetti negativi sulla user experience. Akamai ha anche aggiunto il supporto per ambienti isolati in container, architetture di microservizi e modelli di sviluppo federated, consentendo agli sviluppatori di eseguire modifiche e test multipli sul sito e sulle configurazioni Akamai prima di implementarle.