Home Portale BitMat Portale Focus On Cybecrime: nel mirino i supercomputer europei

Cybecrime: nel mirino i supercomputer europei

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Diversi supercomputer in tutta Europa hanno subito un arresto dopo che, negli ultimi giorni, alcuni cybercriminali hanno cercato di prenderne il controllo per intraprendere illegalmente azioni di cryptomining.

Molte sono le università e gli enti di ricerca che sarebbero stati presi di mira allo scopo di rubare la potenza elaborativa dei supercomputer, tra questi l’Università di Edimburgo e altri istituti in Germania e in Svizzera e, in Italia, alcuni sistemi informatici del CINECA.

Corrado Broli, Country Manager Italia di Darktrace, ha commentato così la notizia:

“Oggi le università si trovano non solo a dover garantire che milioni di studenti possano seguire i loro corsi da remoto ma anche ad essere impegnate in prima linea perché la ricerca possa proseguire, soprattutto in ambiti critici come quello medico. I cyber-criminali lo sanno bene e hanno scelto di sfruttare le vulnerabilità di un settore che già in passato è stato più volte perso d’assalto.

In questo periodo abbiamo bloccato un’ondata consistente di attacchi cripto-mining contro i nostri clienti. Un trend confermato anche a livello globale da quanto dichiarato dalle organizzazioni universitarie di tutta Europa e che ha coinvolto anche realtà di eccellenza in Italia, come i sistemi informatici “Marconi” e “Galileo” del CINECA .

In un momento di diffusa incertezza economica, il cripto-mining cresce in quanto capace di offrire un mezzo alternativo di guadagno illecito, sfruttando l’enorme capacità operativa dei supercomputer universitari, ai quali i malintenzionati fanno eseguire l’infinità di calcoli crittografici necessari proprio a generare le loro crypto valute. Sfortunatamente, il settore universitario – dove gli istituti spesso hanno risorse e personale limitati da dedicare alla sicurezza – è un obiettivo preferenziale.

Gli attacchi ai supercomputer dimostrano, inoltre, che la sicurezza informatica non si può più limitare ai soli laptop o desktop. Oggi tutto è connesso a Internet e quindi vulnerabile, dalle apparecchiature mediche, ai satelliti fino agli stessi supercomputer. Nella maggior parte dei casi è stato violato SSH, il protocollo che permette di stabilire una sessione remota cifrata con un altro host di una rete informatica, una tecnica nota che però spesso passa inosservata a chi si occupa di security. Questo è il motivo per cui le università nel mondo stanno progressivamente lasciando un approccio tradizionale alla cyber-difesa e adottando l’intelligenza artificiale per determinare se ogni singola connessione crittografata è legittima o meno.

Se consideriamo il ruolo che la ricerca universitaria oggi sta svolgendo nella lotta contro la pandemia, capiremo quale sia l’urgenza di potenziare la difesa informatica con tecnologie avanzate e proteggere anche questi supercomputer.”

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Sahel

    Sahel, l’intelligenza artificiale per contrastare i cambiamenti climatici

    Un progetto innovativo, in collaborazione con l’Agenzia spaziale europea, che combina immagini satellitari e dati raccolti dai pastori. Obiettivo: monitorare la siccità nel Sahel e guidare gli allevatori verso pascoli migliori, in un’area caratterizzata da siccità e inondazioni intense e considerata, attualmente, “epicentro” della fame
    Bandyer_Magritte_Multiple_Devices

    Bandyer e la rivoluzione del mercato italiano della videocomunicazione

    Bandyer e l’integrazione della videocomunicazione all’interno di dispositivi altamente tecnologici e innovativi
    Digital divide, continuità formativa e diritto all'istruzione

    Digital divide, continuità formativa e diritto all’istruzione

    Solo il 6,1% degli studenti vive in nuclei familiari dove è disponibile un computer per componente
    pallone_volley_getty FIPAV

    FIPAV: quando lo sport è pioniere della digitalizzazione

    Per velocizzare e snellire le pratiche di affiliazione e tesseramento, la Federazione si affida a InfoCert
    qboxmail_zoom

    Qboxmail si integra con Zoom

    Pianificare un video meeting, anche con persone esterne all’azienda, è semplice e immediato grazie all’integrazione di Zoom all’interno della Webmail di Qboxmail