Home Internet eCommerce e-commerce 2.0: 5 consigli per trasformarlo in Social Commerce

e-commerce 2.0: 5 consigli per trasformarlo in Social Commerce

-

Tempo di lettura: 3 minuti

“Il Social Commerce, versione 2.0 del commercio online, è un trend in costante evoluzione – osserva Joshua Priore, fondatore e CEO di Worldz, start up digitale milanese il cui software attribuisce un valore economico alla popolarità social degli utenti che ottengono, in proporzione a questa, uno sconto personalizzato e immediato per gli acquisti online. Il binomio social network-e-commerce è vincente e ci fa comprendere quanto sia importante per i brand tenersi costantemente aggiornati, cosí da incontrare le esigenze degli utenti attraverso le piattaforme più utilizzate dai propri clienti”.

Sviluppare il business di un e-commerce, infatti, richiede ormai una pervasiva presenza sui social. Secondo i dati emersi dal Digital Report 2020 di We are social, quasi la metà della popolazione mondiale – circa 3,8 miliardi di persone – utilizza regolarmente i social network. Facebook e Instagram su tutti rappresentano una grande fonte di ispirazione e di confronto per gli utenti, perché diventano vere e proprie vetrine virtuali, attraverso cui conoscere brand, acquistare o trovare informazioni sui prodotti e condividere la propria esperienza di acquisto.

Oggi sono due le piattaforme principali su cui poter investire, per rendere più social il proprio e-commerce: Facebook e Instagram. Il primo è in grado di assicurare un’audience di massa, di fornire strumenti adatti per una pubblicità targettizzata e, più in generale, generare traffico verso l’e-commerce. Instagram, invece, è un canale che consente di costruire un visual storytelling attraverso il Feed e le Stories, coinvolgendo gli utenti con contenuti, codici sconto, post sponsorizzati o il tag shopping, che permette di accedere alle informazioni sui prezzi e sui prodotti direttamente dal Feed di Instagram.

Come utilizzare le potenzialità di questi strumenti per rendere più “social” un e-commerce e incrementare le vendite online? Ecco una breve guida con 5 semplici consigli:

  1. Integrare le piattaforme social con il sito web

    La condivisione di immagini sui social network è sicuramente l’attività online più popolare tra gli utenti. Facebook e Instagram vantano numeri impressionanti, contando rispettivamente 1,8 mld di utenti e 700 mln di utenti attivi. Grazie a messaggi, immagini e hashtag che ogni giorno circolano sui profili degli utenti, questi canali social danno la possibilitá di farsi conoscere, intercettando il pubblico più idoneo a determinati prodotti e servizi e influendo positivamente sulla reputazione del brand.

  2. Invitare gli utenti a condividere la loro esperienza d’acquisto sui social

    Gli utenti si fidano maggiormente dell’esperienza diretta dei propri amici e follower, piuttosto che dell’online advertising. È importante, quindi, ricevere menzioni spontanee generate dai propri clienti perché esse hanno una grande influenza sulla rete di contatti, consigliando un determinato brand e i suoi prodotti. Questa attivitá può tradursi in un vantaggio, in termini di aumento dell’awareness e, di conseguenza, delle vendite.

  3. Creare dei contenuti ingaggianti per raccontare i prodotti sui canali social

    I contenuti prodotti sui profili social devono essere capaci di incuriosire, ingaggiare e persuadere gli utenti a visitare e completare un acquisto sull’e-commerce. Immagini e video sono un linguaggio universale, in grado di comunicare un pensiero che può rimanere impresso nel ricordo degli utenti e contribuire così a migliorare la visibilità del brand.

  4. Attivare campagne social per aumentare la visibilità e il traffico dello shop online

    Il social advertising consente al brand di ottenere una maggiore visibilità, raggiungendo il pubblico in target e aumentando brand awareness, lead al sito e conversioni. L’ottimizzazione delle campagne social è sicuramente uno strumento in grado di portare risultati concreti e tangibili in termini di vendite.

  5. Facilitare l’esperienza d’acquisto rendendo il sito responsive da mobile

    Il commercio online evolve allo stesso modo e con la stessa velocità con cui cambiano le abitudini degli utenti. Tra i dati più recenti e interessanti, emerge la predisposizione degli utenti a navigare a acquistare sempre più da dispositivi mobili, che ben si conciliano con l’esigenza di rendere tutto più veloce e a portata di click, anche in movimento.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    ATON IT

    ATON IT avvia un corso di formazione gratuito in Cyber Security per disoccupati e...

    Sviluppato con Regione Lazio e FSE (Fondi Sociali Europei), il progetto nasce con l’intento di favorire il reinserimento nel mondo del lavoro di residenti disoccupati/inoccupati del territorio
    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Migliaia di realtà in tutto il mondo sono state colpite da questo tipo di attacchi, con richieste di riscatto in bitcoin
    TikTok e Instagram, spopolano le app truffa per iOS e Android

    TikTok e Instagram, spopolano le app truffa per iOS e Android

    Scaricate più di 2.400.000 da profili dedicati su piattaforme molto popolari tra bambini e pre adolescenti
    C-level, in Italia le retribuzioni più basse dopo la Cina

    C-level, in Italia le retribuzioni più basse

    Meno pagati solo i cinesi. I paesi europei che retribuiscono meglio Ceo e C-Level sono Germania e Svizzera
    GPAI, il Partenariato Globale sull'Intelligenza artificiale

    Webinar: Intelligenza artificiale e responsabilità dell’ingengere

    L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano e UNI Ente Italiano di Normazione ti invitano martedì 29 settembre 2020 dalle ore 16.00 alle ore 19.00 al webinar