Home News Time to Transform: nelle PMI italiane si lavora troppo

Time to Transform: nelle PMI italiane si lavora troppo

-

Tempo di lettura: 3 minuti

Salesforce ha deciso di indagare le determinanti più importanti della gestione del tempo nelle PMI in tutta l’area EMEA; per fare ciò, ha analizzato le risposte di 2.200 PMI di tutta l’area EMEA nel report Time to Transform. Dai dati relativi all’Italia è emerso che nel nostro paese il superlavoro è un problema: solo un quarto dei piccoli e medi imprenditori dichiara di non lavorare mai durante le festività (36%), le vacanze estive e invernali (28%), le festività religiose (31%) e i fine settimana (18%).

Quasi i due terzi (66%) dei piccoli e medi imprenditori italiani affermano che la cultura del cosiddetto superlavoro, in cui i dipendenti lavorano troppe ore straordinarie per portare risultati in termini di business, non è sana. Tuttavia uno su tre (34%) ha ammesso di essere soggiogato proprio da una cultura aziendale di questo tipo e quasi la metà (48%) segnala che la mancanza di tempo ha un impatto negativo sulla propria salute e su quella delle propri dipendenti. Non solo, uno su quattro (23%) ha usufruito di un congedo per motivi di salute mentale.

“Ciò che questa ricerca chiarisce è che il tempo, o la sua mancanza, sta avendo un impatto negativo sulla salute generale delle aziende e dei loro dipendenti, ha affermato Giovanni Crispino, Regional Vice-President per il Sud Europa e Israele di Salesforce. Tutto ciò che un’azienda fa, dalla strategia alla pianificazione, dalla formazione allo sviluppo del prodotto, dal servizio clienti al marketing, dipende dalla necessità di avere il tempo sufficiente per concentrare le proprie risorse in modo intelligente e produttivo. Tuttavia, se gli imprenditori non hanno tempo sufficiente per svolgere le proprie mansioni lavorative, è probabile che tutte le aree del business non ricevano l’attenzione di cui hanno bisogno per poter contare su una forza lavoro sana e produttiva.”

Quasi i due terzi (58%) dei piccoli e medi imprenditori hanno dichiarato di aver messo in piedi una propria attività perché motivati dalla volontà di avere un migliore equilibrio tra vita privata e lavoro. Tuttavia oggi solo il 54% crede di avere raggiunto un tale equilibrio. La ricerca di Salesforce indica chiaramente che la necessità pressante per gli imprenditori è di avere più tempo per gestire le proprie attività quotidiane. E fortunatamente un aiuto arriva dalla tecnologia che oggi è in grado di offrire alle PMI una soluzione al problema.

La ricerca ha evidenziato la necessità e la volontà delle PMI di trovare modi migliori e più efficienti per risolvere alcuni problemi specifici legati alla gestione del tempo ed è condivisa l’idea che un utilizzo efficiente della tecnologia possa aiutare in questo senso. Ad esempio, più della metà (59%) concorda sul fatto che le tecnologie emergenti come l’Internet Of Things, l’Intelligenza Artificiale e la robotica faranno risparmiare tempo all’azienda, mentre il 46% pensa che le nuove tecnologie abbiano già reso i propri dipendenti più produttivi di quanto non fossero solo due anni fa.

“Il tempo sarà sempre una risorsa limitata, e il ritmo di lavoro delle PMI è probabilmente solo destinato ad aumentare in futuro, continua Crispino. Ciò che la ricerca di Salesforce mette in luce è che la tecnologia può offrire una soluzione importante e rapida per dare la possibilità alle PMI di ricavare quei minuti e quelle ore in più che possono davvero fare la differenza in termini di business e salute aziendale.”

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Non solo automazione: le organizzazioni puntino sulla formazione

    Non solo automazione: le organizzazioni puntino sulla formazione

    Per avere successo occorre affiancare all'AI percorsi di formazione sia in ambito tecnologico sia per lo sviluppo delle soft skill
    Documenti aziendali: 1 italiano su 3 accede dal dispositivo personale

    Documenti aziendali: un italiano su tre accede con il dispositivo personale

    La diffusione del lavoro remoto a seguito della pandemia obbliga a rivedere le policy di sicurezza
    L'IA made in Italy in ambito medico ed infrastrutturale

    L’IA made in Italy in ambito medico ed infrastrutturale

    Nel 2019 il mercato — tra software, hardware e servizi — ha raggiunto un valore di 200 milioni di euro
    Remote Workforce Cybersecurity: le sfide di lungo periodo

    Remote Workforce Cybersecurity: le sfide di lungo periodo

    Il drastico passaggio allo smart working porrà alle organizzazioni numerose sfide in tema di cybersecurity
    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Potenziate le funzionalità che comprendono il furto del sistema 2FA e le funzionalità RAT