In Italia sono state effettuate 13,4 milioni di transazioni con carte di debito, credito e prepagate

pagamenti con carte

Nel giorno del Black Friday 2018, venerdì 23 novembre, sono stati 13,4 milioni i pagamenti con carte di credito, debito e prepagate, emesse in Italia e gestite da SIA, in aumento del 30% circa rispetto ai 10,4 milioni di venerdì 16 novembre e dell’11,4% se confrontati con il Black Friday 2017 (12,1 milioni di pagamenti).

In particolare, le transazioni per gli acquisti online sono state 3,6 milioni – pari al 27,1% del totale – mentre i pagamenti nei negozi tradizionali hanno raggiunto i 9,8 milioni.

In base all’analisi dei dati effettuata da SIA, il Black Friday 2018 ha registrato rispetto al venerdì precedente la più alta percentuale di crescita per i pagamenti su siti di e-commerce (+65,7%) oltre all’aumento dei pagamenti fisici (+19,9%).

Complessivamente, durante il weekend del Black Friday 2018 (23-25 novembre), SIA ha gestito 35,6 milioni di pagamenti con carte, in aumento del 12,1% rispetto al fine settimana precedente (16-18 novembre), quando le operazioni erano state pari a 31,7 milioni, e del 13,1% rispetto al weekend del Black Friday 2017 (24-26 novembre).

Da registrare, infine, la crescita del 24% relativamente agli acquisti online.

SIA gestisce circa la metà delle operazioni di pagamento con carte di debito, credito e prepagate in Italia.

Pagamenti digitali Black Friday

milioni di transazioni Pagamenti fisici E‐commerce TOTALE E‐commerce vs Totale
BLACK FRIDAY 2018 9,8 3,6 13,4 27,1%
BLACK FRIDAY 2017 9,1 3 12,1 25%
Differenza +8,2% +21% +11,4%
BLACK FRIDAY 2018 9,8 3,6 13,4 27,1%
NORMAL FRIDAY 2018 8,2 2,2 10,4 21,2%
Differenza +19,9% +65,7% +29,6%

Pagamenti digitali weekend Black Friday

milioni di transazioni Pagamenti fisici E‐commerce TOTALE E‐commerce vs Totale
WEEKEND BLACK FRIDAY 2018 27,1 8,5 35,6 23,8%
WEEKEND BLACK FRIDAY 2017 24,6 6,8 31,4 21,7%
Differenza +10,1% +24% +13,1%
WEEKEND BLACK FRIDAY 2018 27,1 8,5 35,6 23,8%
WEEKEND BLACK FRIDAY 2017 24 7,7 31,7 24,4%
Differenza +13% +9,4% +12,1%