Home Internet Siti web di Regioni e Comuni: un’unica lingua per parlare online ai...

Siti web di Regioni e Comuni: un’unica lingua per parlare online ai cittadini

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Prosegue il percorso intrapreso dall’Agenzia per l’Italia Digitale verso la definizione di servizi online sempre più semplici e orientati alle esigenze dei cittadini. Da oggi sono online su design.italia.it le linee guida di design per regioni e comuni, che hanno l’obiettivo di definire standard di usabilità e design condivisi da tutta la pubblica amministrazione. Le linee guida sono finalizzate a semplificare l’accesso ai servizi, la fruizione delle informazioni e il dialogo tra utente e pubblica amministrazione. Esse rappresentano uno strumento fondamentale per sollecitare i cittadini all’utilizzo dei servizi online, colmando il divario che ci separa dai principali paesi europei. L’Italia, secondo gli ultimi dati diffusi dalla Commissione Europea, si posiziona infatti nella media per la produzione di servizi pubblici digitali, ma il loro utilizzo rimane ancora basso a causa di complessità, scarse competenze e poca fiducia nella rete.

Attraverso le linee guida, dopo le amministrazioni centrali che hanno risposto positivamente recependo i principi espressi su design.italia.it, anche Comuni e Regioni hanno ora a disposizione gli elementi progettuali e tecnici per la creazione di siti istituzionali chiari e semplici da usare, grazie a un’identità grafica coerente, un’architettura dell’informazione semplificata e una standardizzazione dei principali elementi che compongono un sito web (interfacce, colori, font).

Sono da oggi on line i portali del Comune di Biella e le versioni alpha di Regione Sardegna e del Comune di Matera, cui farà seguito in autunno la progressiva integrazione dei contenuti. Anche il Comune di Venezia ha rinnovato il suo portale istituzionale nel rispetto delle linee guida.

Elaborate da AgID e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, le linee guida nascono come testo dinamico e in continuo aggiornamento grazie alla collaborazione di esperti e associazioni del settore, attraverso una community sempre aperta sulla quale tutti possono contribuire. Nei prossimi mesi, al fine di favorire la più ampia diffusione del progetto, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha previsto la definizione di specifiche indicazioni anche per il mondo della scuola, delle università e delle Agenzie di Governo, nonché l’ampliamento delle linee guida di design dai siti web ai servizi digitali. L’obiettivo finale è quello di migliorare il rapporto e il dialogo tra pubbliche amministrazioni e cittadino, attraverso un’esperienza più appagante, semplice e intuitiva, con un notevole risparmio di tempo e risorse.

  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    TikTok ha scelto Oracle come fornitore di cloud sicuro

    TikTok ha scelto Oracle come “fornitore di cloud sicuro”

    Oracle Corporation  ha annunciato di essere stata scelta per diventare il fornitore di tecnologia cloud sicuro di TikTok.  Questa decisione tecnica di TikTok è...
    Non solo automazione: le organizzazioni puntino sulla formazione

    Non solo automazione: le organizzazioni puntino sulla formazione

    Per avere successo occorre affiancare all'AI percorsi di formazione sia in ambito tecnologico sia per lo sviluppo delle soft skill
    Backup LTE TWT

    TWT Backup LTE: connessione 4G per garantire la business continuity

    Ideale per le imprese che non possono permettersi interruzioni di connettività grazie alla clonazione dell’IP che consente di mantenere la continuità di tutti i servizi avanzati
    La chiave per superare la crisi? Per 8 imprese su 10 è la formazione

    La chiave per superare la crisi? Per 8 imprese su 10 è la formazione

    Per il 2021 si privilegerà un approccio blended con un crescente mix di modalità per potenziare soprattutto le soft skill
    Settore bancario britannico: agile anche sotto pressione

    Settore bancario britannico: agile anche sotto pressione

    Il 78% degli intervistati si è detto sorpreso di quanto bene la propria istituzione abbia saputo rispondere alla crisi