La blockchain per tracciare i prodotti alimentari

725

La startup padovana EZ Lab che nel 2017 ha aperto una nuova sede a San Francisco è fra le realtà protagoniste del più importante appuntamento mondiale dedicato all’elettronica di consumo.

Il 2018 si è aperto sotto i migliori auspici per EZ Lab: in questi giorni la startup padovana è fra le realtà italiane protagoniste di  CES – Consumer Electronic Show, la più importante Fiera mondiale di elettronica di consumo, in programma a Las Vegas. Una partecipazione nata su invito dell’Italian Trade Agency e sostenuta da un progetto di internazionalizzazione di Galileo Visionary District, al cui interno la startup è incubata, finanziato dalla Regione Veneto nell’abito del programma HA.SK.THE WORLD: nuove competenze per lo sviluppo globale delle imprese Venete

A Las Vegas la proposta di Ez Lab, che nel 2017 ha aperto una sede a San Francisco, sta raccogliendo grande interesse: la startup propone AgriOpenData, una delle prime piattaforme al mondo per la tracciabilità dei prodotti alimentari, dal campo allo scaffale dei supermercato, attraverso la tecnologia blockchain. Avvicinando il proprio Smartphone al prodotto, il consumatore può infatti conoscere in tempo reale tutti i passaggi dal campo alla tavola, “certificati” dalla tecnologia più sicura esistente sul mercato. I trattamenti effettuati ad ogni passaggio della filiera sono infatti codificati in un registro pubblico virtuale immodificabile, che può essere verificato da tutti gli stakeholder in ogni momento.

Di recente la piattaforma è stata implementata anche con la tecnologia della realtà aumentata per permettere ai consumatori di scoprire in modo nuovo i prodotti sullo scaffale del supermercato, facendo della spesa un’esperienza emozionale.

“L’interesse raccolto in questi giorni – spiega Massimo Morbiato, founder di Ez Lab – ci ha confermato come quella della tracciabilità dei prodotti alimentari sia una delle sfide centrali per il futuro del settore del food. I consumatori sono sempre più attenti, e di conseguenza anche le imprese del settore agroalimentare hanno aumentato investimenti e sforzi in questa direzione. Qui a Las Vegas abbiamo avviato contatti davvero importanti con alcuni fra i big player del settore”.