Home News TIM: premiati i 5 team vincitori di Smart Spaces Hackathon

TIM: premiati i 5 team vincitori di Smart Spaces Hackathon

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Si è svolta nella giornata di ieri, 23 luglio, la premiazione di Smart Spaces Hackathon, la maratona di innovazione di TIM che, lanciata a inizio luglio in collaborazione con Google Cloud e Codemotion, ha riscosso un grande successo con oltre 100 partecipanti da tutta Italia. In questa occasione è stata valorizzata la TIM Digital Business Platform, un primo passo significativo di gruppo verso il nuovo modello di Telco as a Service (TaaS), che ha l’obiettivo di abilitare la trasformazione digitale dei nostri clienti garantendo un migliore Time to Market non ottenibile con gli approcci tradizionali.

Startupper, software developer, digital designer, esperti di business si sono messi alla prova ideando servizi innovativi in cinque ambiti (home, office, public spaces, retail, care residence), con l’obiettivo di migliorare i luoghi in cui viviamo, lavoriamo e ci incontriamo utilizzando le più moderne tecnologie di robotica, intelligenza artificiale e Internet of Things messe a disposizione dalla nuova piattaforma digitale di TIM e dalla Google Cloud Platform.

I cinque team vincitori (Red Care, Hollie, BBetter, ArtBeat, Jammed), selezionati da una giuria di professionisti TIM e Google Cloud, hanno ricevuto un premio dal controvalore di 5mila euro ciascuno, con la possibilità di attivare una collaborazione con TIM per sviluppare i loro progetti. Sono stati inoltre attribuiti tre riconoscimenti speciali: inclusione, sostenibilità e social, ricevuti rispettivamente dai team (Myloh, BBetter, Almond), per aver saputo valorizzare tematiche fondanti della visione di TIM e Google Cloud sull’innovazione, che è al centro della recente partnership tecnologica siglata tra i due Gruppi.

Alla cerimonia di premiazione hanno partecipato per TIM Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato ed Elisabetta Romano, Chief Innovation & Partnership Officer.

Smart Spaces Hackathon ha voluto promuovere la possibilità di sviluppare opportunità di business in grado di valorizzare gli asset tecnologici di TIM e di arricchirne l’offerta di servizi digitali grazie alla progettazione degli spazi intelligenti, con particolare attenzione ai nuovi scenari legati alle discontinuità introdotte dall’emergenza Covid. L’iniziativa rientra tra le attività di TIM WCAP, il programma di Open Innovation del Gruppo per startup e Pmi. Nato nel 2009, il programma è oggi sempre più orientato a favorire iniziative di business per arricchire l’offerta di servizi digitali di TIM.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Cerved sceglie Bitrock gestire i dati in modo resiliente e scalabile

    Cerved sceglie Bitrock gestire i dati in modo resiliente e scalabile

    Risultati: replicazione continua dei dati, processi quasi in tempo reale, regole aziendali centralizzate, modularità e affidabilità
    KAIROS, la nuova piattaforma Panasonic per produrre video live

    KAIROS, la nuova piattaforma Panasonic per produrre video live

    Un motore software proprietario funziona utilizzando la GPU del server
    TikTok ha scelto Oracle come fornitore di cloud sicuro

    TikTok ha scelto Oracle come “fornitore di cloud sicuro”

    Oracle Corporation  ha annunciato di essere stata scelta per diventare il fornitore di tecnologia cloud sicuro di TikTok.  Questa decisione tecnica di TikTok è...
    Open banking: è boom di investimenti in Europa

    Open banking: è boom di investimenti in Europa

    Le istituzioni finanziarie stanno dando priorità a casi d'uso che portano valore immediato alla propria attività
    Infrastrutture di stampa datate ostacolano la Digital Transformation

    Infrastrutture di stampa datate ostacolano la Digital Transformation

    I progetti legati alla digital transformation trascurano spesso di migrare nel cloud l'infrastruttura di stampa