Come fare People Engagement e perché è importante per l’azienda e per le nuove generazioni

OneDay: employer experience per le nuove generazioni

Il business builder OneDay Group ha fatto della employer experience, soprattutto delle nuove generazioni, una vera e propria missione. Grazie all’osservatorio permanente New Generations make new rules @Work OneDay indaga su quali sono gli elementi che permettono alle aziende di trattenere i giovani talenti in azienda più a lungo. È condotto dalla unit People&Culture dell’azienda su un totale di 1600 giovani appartenenti al suo ecosistema.

Il capitolo pubblicato nel mese dicembre è intitolato Engagement: OneDay e le Nuove Generazioni, svela i dati raccolti nella ricerca e testimonia quanto coinvolgere attivamente i propri dipendenti sia importante per trattenere i giovani talenti e rendere più efficiente il business.

Il rapporto fra azienda e persona (non risorsa, ma persona!) è paragonato a una storia d’amore, e racconta come OneDay quotidianamente concretizza i desideri delle nuove generazioni di lavoratori.

L’INCONTRO: il giusto fit!

Così come Cupido scocca la sua freccia se tra due persone sbocciano affinità caratteriali e di idee, anche l’incontro tra azienda e candidato può maturare in una collaborazione se tra loro esiste una condivisione di valori. Il 70% dei Millennial e Generazione Z dichiara di non candidarsi per una posizione se nella job description non è esplicitata una cultura aziendale dalla quale non si sentono rappresentati. Un esempio di alcuni vantaggi in numeri? Da quando in OneDay il processo di selezione è stato studiato e applicato in chiave culture fit si sono registrate +57% di candidature in linea con la ricerca e solo 8 persone su 103 non hanno superato il periodo di prova.

IL PRIMO APPUNTAMENTO: l’onboarding

Il primo giorno di lavoro è come il primo appuntamento: un momento emozionante quanto carico di tensione. OneDay crede che rendere l’employer experience unica e coinvolgente non sia solo un vanity metric, per questo ha creato una vera e propria journey di onboarding che permette di conoscere di entrare subito in contatto con la cultura aziendale. Più veloce è l’inserimento prima la persona inizierà a lavorare in modo efficace.

LA STORIA: vita da team!

La storia d’amore ha bisogno di essere alimentata quotidianamente. OneDay lo fa attraverso la creazione di una vera e propria community aziendale, traducendo concretamente il bisogno delle nuove generazione di doversi sentire sempre parte di un gruppo. Tutti i colleghi vivono in modo coinvolgente la vita d’ufficio e non solo. L’azienda, infine, si racconta attraverso i propri canali social e amplifica i momenti di #VitaDaTeam (attimi di vita quotidiana in ufficio) che i dipendenti pubblicano sui propri profili social. Questo perchè il 90% della GenZ dichiara di non prendere in considerazione l’offerta di un’azienda che non è presente online e sui social.

LASCIARSI RIMANENDO AMICI: il OneDay Club!

La tendenza dei Millennial e della Generazione Z è quella di non rimanere più di quattro anni nella stessa azienda per testare nuove esperienze professionali. Per questo motivo OneDay ha creato il OneDay Club, un network per rimanere in contatto con le persone che hanno fatto parte dell’azienda. Avere una rete di alumni consente di allargare la propria rete di contatti, di tenere aperte opportunità di collaborazione e cross business. Infine permette di rimanere sempre aggiornati sulla crescita professionale degli ex dipendenti, che magari possono fare ritorno con maggiore seniority ed expertise.

“La vision di OneDay è quella di avere un ampio positivo e duraturo impatto sulle persone e sul mondo, e per farlo dobbiamo prima ispirare noi stessi. La nostra vision guida in maniera spontanea le nostre azioni” – commenta Betty Pagnin, P&C Director di OneDay. Abbiamo definito sul Culture Manifesto la nostra cultura e i nostri valori. È un documento che inviamo a tutti i dipendenti prima di entrare a far parte della nostra realtà e ne abbiamo appeso una gigantografia all’ingresso del nostro nuovo ufficio, il C30, costruito con l’obiettivo di concretizzare la nostra voglia di rendere unica l’employer experience.”