L’infrastruttura a banda ultralarga realizzata in collaborazione con Infratel è già attiva in 136 dei 280 comuni previsti dal piano

Orange Business Services sceglie Open Fiber

Procede senza sosta il piano di TIM per portare la fibra ottica nelle aree bianche della Sardegna: sono già 136 i comuni in cui è stata realizzata ed è già operativa l’infrastruttura a banda ultralarga realizzata in collaborazione con Infratel – società in house del MISE – e con la regia della Regione Sardegna.

Cittadini e imprese stanno così beneficiando di servizi di connettività ad alta velocità fino a 200 megabit grazie a interventi di installazione dell’elettronica e al completamento di ulteriori collegamenti in fibra con gli anelli urbani di Infratel e verso le centrali. Il processo di “accensione” della fibra in tutti i 280 comuni previsti dal piano verrà completato entro la fine del 2020, con il progressivo completamento della realizzazione delle dorsali da parte di Infratel e l’adeguamento delle centrali e dei cabinet stradali da parte di TIM.

“TIM ha già portato la banda ultralarga in 136 comuni della Sardegna rispettando in pieno il cronoprogramma degli interventi stabilito a suo tempo – afferma Francesco Castia, Responsabile Operations di TIM per l’isola. Siamo particolarmente orgogliosi di essere impegnati fattivamente, attraverso un piano di investimenti di oltre 25 milioni di euro per dare una risposta concreta anche alle esigenze di connnettività dei comuni medio-piccoli, agevolando in tal modo il raggiungimento degli obiettivi previsti dall’agenda digiotale della Regione Sardegna.”

L’iniziativa, frutto dell’accordo siglato lo scorso luglio tra TIM e Infratel, rappresenta una virtuosa sinergia tra pubblico e privato per superare il digital divide nel nostro Paese, in coerenza con la strategia nazionale per la diffusione della banda ultralarga, e prevede un acquisto rilevante da parte di TIM di infrastrutture di fibra spenta realizzate da Infratel. TIM sta utilizzando tali infrastrutture per portare la banda ultralarga nei comuni individuati dal progetto ricadenti nelle cosiddette aree “a fallimento di mercato”.

Questo intervento nella “aree bianche” si aggiunge a quanto già realizzato autonomamente e con propri investimenti da TIM nelle principali città della Sardegna, con una copertura a banda ultralarga che ad oggi raggiunge circa il 75% della popolazione, con l’obiettivo di superare l’85% a fine programma.

Elenco dei 136 Comuni nelle “aree bianche” della Sardegna in cui è già attiva la fibra ottica:

Abbasanta Ales Ardauli Assolo
Ballao Baradili Baressa Bari Sardo
Barrali Barumini Bonnanaro Bono
Bonorva Burcei Cardedu Cargeghe
Codrongianos Collinas Decimoputzu Donori
Erula Escalaplano Escolca Esterzili
Florinas Furtei Gavoi Genoni
Gergei Gesico Gesturi Ghilarza
Giba Gonnesa Gonnoscodina Gonnosno’
Gonnostramatza Guamaggiore Guasila Isili
Jerzu Laconi Laerru Las Plassas
Loceri Lotzorai Lunamatrona Mandas
Masainas Mogorella Mores Narcao
Neoneli Norbello Nughedu San Nicolo’ Nurachi
Nuragus Nurallao Nuraminis Nurri
Nuxis Olmedo Orani Orotelli
Orroli Ortacesus Oschiri Osini
Pabillonis Pau Pauli Arbarei Paulilatino
Perdasdefogu Perdaxius Perfugas Putifigari
Romana Sadali Samassi Samatzai
Samugheo San Basilio San Nicolo’ D’arcidano San Nicolo’ Gerrei
San Vito Santadi Sant’andrea Frius Sant’anna Arresi
Sant’antonio Di Gallura Santu Lussurgiu Sardara Sedilo
Segariu Selegas Senis Senorbi’
Serrenti Serri Seruci Setzu
Siamanna Siapiccia Siddi Siliqua
Silius Siurgus Donigala Soleminis Suelli
Suni Terraseo Teulada Tissi
Tonara Torralba Tratalias Tresnuraghes
Tuili Turri Ulassai Uras
Uri Usini Ussana Ussaramanna
Ussassai Vallermosa Villa San Pietro Villa Verde
Villamar Villamassargia Villanovaforru Villaperuccio
Villaputzu Villaspeciosa Villaurbana Zeddiani