Il gruppo costituito da sette Paesi del Sud Europa, tra cui l’Italia, si confronta sulle opportunità legate alle tecnologie basate sui registri distribuiti

La Blockchain per la tracciabilità del Made in Italy

Nella giornata di ieri, 2 ottobre 2019, il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Mirella Liuzzi era a Malta per partecipare al vertice europeo sulle nuove tecnologie organizzato nell’ambito del MED7, il gruppo costituito da sette Paesi del Sud Europa – Italia, Spagna, Francia, Malta, Cipro, Grecia e Portogallo. Durante l’incontro – in cui si è discusso del ruolo determinante delle tecnologie emergenti per lo sviluppo dell’area mediterranea – sono stati firmati una dichiarazione sul futuro dell’ecosistema digitale nel Sud dell’Europa e un Memorandum d’Intesa per la cooperazione e condivisione delle migliori esperienze maturate riguardo le tecnologie basate su registri elettronici distribuiti.

“La Blockchain e, più in generale, le tecnologie basate sui registri distribuiti – ha dichiarato il Sottosegretario Liuzzipossono essere un volano per promuovere le specificità dei nostri territori e tutelare i nostri prodotti da frodi e contraffazioni. Risulta pertanto cruciale per i Paesi del Sud dell’Europa conoscere, approfondire e affrontare il tema delle tecnologie emergenti, per condividere esperienze e porre in essere iniziative di attrazione gli investimenti pubblici e privati nella nostra regione. L’Italia si candida a essere Paese leader nell’adozione di queste tecnologie e per questo, intendiamo organizzare un prossimo Summit del MED7 in Italia, nella città di Bari, nel mese di febbraio del prossimo anno.”