Home News Security Summit 2019: misurare l'insicurezza cyber

Security Summit 2019: misurare l’insicurezza cyber

-

Tempo di lettura: 4 minuti

L’anno scorso, l’andamento della insicurezza cyber è stato paragonato a un salto quantico, portando con sé la complessa sfida della sua misurazione, soprattutto in termini di impatto sulla vita quotidiana. Questa sfida, insieme all’analisi di tecnologie e tendenze in atto, anche in riferimento alle normative, costituisce il cuore dell’undicesima edizione di Security Summit, il convegno organizzato da Clusit, l’Associazione per la Sicurezza Informatica in Italia, con Astrea, e che si propone di analizzare lo stato dell’arte della cybersecurity e di delineare in maniera indipendente le prospettive per i mesi a venire in termini tecnologici, economici e socio-culturali.

L’appuntamento è il 12, 13 e 14 marzo presso UNA Hotel Expo Fiera Milano: ogni giornata sarà dedicata a un focus specifico: il 12 marzo si approfondiranno diversi aspetti del Cyber Crime, il 13 sarà la volta della Sicurezza del e nel Cloud, il 14 marzo dell’Intelligenza Artificiale e blockchain, per un totale di 57 sessioni in agenda e di oltre 140 relatori che si alterneranno in tavole rotonde, atelier tecnologici, seminari e attività specifiche di formazione strutturate nei tre percorsi professionali tecnico, di gestione della sicurezza e legale.

Impegnati in prima persona sul fronte dei contenuti, gli esperti di Clusit daranno il via ai lavori il 12 marzo alle ore 9.00 affrontando il tema del cybercrime a partire dalla presentazione del Rapporto Clusit 2019 sulla sicurezza ICT in Italia e nel mondo, che fornisce anno dopo anno l’analisi più aggiornata ed esaustiva della situazione globale evidenziando i settori più colpiti dalla criminalità sul web, le tipologie di attacchi più nuove e invasive, le vulnerabilità più comuni e le implicazioni a livello organizzativo, fornendo una visione completa sullo scenario economico e sociale.

Il 13 marzo alle 9.00 sarà di scena la sicurezza nel Cloud: la tavola rotonda “Cloud a volo di uccello” sarà volta a mettere in luce le opportunità e i nuovi rischi di questo paradigma, fondamentale per innovazione e sicurezza anche delle organizzazioni piccole e medie.

Nella stessa giornata, alle 14.30, CSI Piemonte, Innova Puglia, Liguria Digitale e Lombardia Informatica contribuiranno a delineare lo stato dell’arte della cyber security nel settore della Pubblica Amministrazione, nel corso della tavola rotonda “L’evoluzione della cyber security per la pubblica amministrazione: GDPR, risk analysis e cloud”.

Intelligenza Artificiale e blockchain saranno invece i temi chiave della giornata del 14 marzo: in apertura è prevista la sessione plenaria “Da oracoli infallibili a sistemi fuori controllo, la doppia anima degli algoritmi”, dedicata alle intelligenze artificiali, la cui promessa di rivoluzionare settori quali la medicina, la scienza, i trasporti e le comunicazioni si pone di fronte al rischio, tutt’altro che remoto, di ospitare codici malevoli, errori di programmazione, pregiudizi degli sviluppatori o, peggio ancora, software che apprendono e si sviluppano senza più il controllo degli esseri umani.

Si confronterà su questo un panel di eccezione, che comprende Lucilla Sioli, direttore dipartimento di Intelligenza Artificiale e Industria Digitale presso la Commissione Europea, Stefano Quintarelli, membro del gruppo di esperti su AI della Commissione Europea, Fabio Roli, docente dell’Università di Cagliari, Claudio Telmon, membro del gruppo di esperti su AI presso il MISE, Andrea Zapparoli Manzoni, membro del direttivo Clusit con delega sul cyber crime.

Chiuderà Security Summit, il 14 marzo alle 17.00, la sessione plenaria dedicata alla sicurezza della blockchain: “Siamo sicuri della blockchain?”, che prevede il confronto di un panel di esperti sul valore e sulle potenzialità del fenomeno blockchain.

Nel corso delle tre giornate del Convegno non mancheranno inoltre momenti di approfondimento sulle tematiche più attuali con riferimento alle normative europee, in particolare alla compliance GDPR, sull’Internet of Things e l’Industria 4.0.

“Vediamo crescere anno dopo anno l’interesse e la partecipazione a Security Summit, e questo ci induce a dedicare spazi e risorse in maniera specifica alle tematiche più attuali e più sentite da istituzioni e aziende, con sempre maggiore attenzione alle implicazioni di tipo organizzativo e sociale dei fenomeni connessi alla cyber security”, afferma Paolo Giudice, segretario generale di Clusit. “Security Summit rappresenta certamente oggi un’importante occasione di confronto per la community di esperti, ma anche un efficace strumento per la diffusione della cultura della sicurezza informatica, nella consapevolezza che l’evoluzione delle tecnologie porta inevitabilmente con sé vulnerabilità crescenti.”

Security Summit ospiterà anche quest’anno in chiusura della prima giornata l’Hacking Film Festival, in collaborazione con la Facoltà di Informatica Giuridica dell’Università degli Studi di Milano. L’appuntamento è per il 12 marzo alle ore 18.30 con una sessione culturale dedicata ai lungometraggi e documentari indipendenti sul tema dell’hacking e della (in)sicurezza cyber, nel corso della quale il pubblico sarà coinvolto in un breve dibattito.

L’agenda di Security Summit 2019 è disponibile online. La partecipazione alle tre giornate è gratuita – previa registrazione online – e consente di acquisire crediti CPE (Continuing Professional Education) validi per il mantenimento delle certificazioni CISSP, CSSP, CISA, CISM o analoghe richiedenti la formazione continua.

Dopo Milano, Security Summit sarà a Treviso, il 23 maggio, a Roma il 5 giugno, Verona il 3 ottobre. Security Summit ha il patrocinio della Commissione Europea.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Customer experience e piattaforme di acquisto digitale

    Customer experience e piattaforme di acquisto digitale

    L’82% dei manager di grandi aziende dichiara un legame diretto tra la Customer Experience e le performance di business
    Kaspersky presenta Digital Footprint Intelligence

    Monitoraggio della CPU: 4 situazioni in cui può fare la differenza

    Stanare i virus, evitare rallentamenti, trovare soluzioni rapide ed evitare il surriscaldamento
    Tecnologie emergenti: è tempo di implicit security

    Tecnologie emergenti: è tempo di implicit security

    L'adozione di AI, 5G, Quantum Computing e Extended Reality cambia il paradigma della sicurezza informatica
    Work 2035: Il lavoro di domani? Più intelligente

    Work 2035: Il lavoro di domani? Più intelligente

    L'introduzione dell'AI porterà nuove figure professionali, dipendenti più motivati e produttivi, innovazione e crescita
    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Il 46% dei consumatori si fida dei siti di notizie premium come fonte d'informazione preferita