La soluzione mobile per la gestione del denaro si conferma membro di spicco del panorama fintech italiano ed europeo

Boom della collaborazione banche-FinTech

La soluzione mobile per la gestione del denaro HYPE, attiva dal 2015, ha raggiunto i seicentomila clienti, che complessivamente nel 2018 hanno effettuato operazioni per oltre 1 miliardo di euro. HYPE si conferma così uno degli esponenti di spicco del fintech italiano ed europeo. Particolarmente significativo l’incremento dello scorso anno, che ha registrato una crescita del 400% rispetto al 2017. La performance, riflette chiaramente come questa soluzione risponda alla necessità del pubblico di poter accedere ai servizi bancari, in un modo completamente nuovo.

Che HYPE rappresenti inoltre il futuro dei servizi finanziari lo racconta chiaramente il profilo della sua base clienti: con una media di 33 anni, la crescita è trainata dagli Hypers nella fascia d’età tra i 18 -29 anni, che crescono del 300% nel solo 2018. A farne sempre di più l’app di “banking” favorita dai Millennials e GenZ è il suo approccio innovativo e semplice, ma attento alla sicurezza per la massima tutela dei clienti. A dimostrazione dell’efficienza che HYPE ha saputo creare nel proprio processo di registrazione, il passaparola tra i clienti è oggi uno dei maggiori canali di diffusione.

Altrettanto interessante è notare come le aree a maggior penetrazione del servizio siano distribuite lungo tutta la penisola, confermando un mercato potenziale molto diffuso ancora da conquistare, che vede oggi in testa con il 14% della clientela la Lombardia, seguita dalla Campania con il 12,2%, dal Piemonte con l’11,3%, dalla Sicilia e dalla Puglia rispettivamente con l’8,8% e l’8,1%, poi il Veneto con il 6,2%, l’Emilia-Romagna e Toscana con poco meno del 5%.

Una comunità nutrita, che quotidianamente usa HYPE –anche con ApplePay e GooglePay – per transazioni che hanno un valore medio di €30 in Italia, che scende a €18/20 nei Paesi esteri, in cui i pagamenti digitali hanno una maggior diffusione anche per micro-transazioni, come UK, Irlanda e Lussemburgo, e sale a €35 in paesi come Spagna, Francia e Germania. In generale la community degli Hypers ha una marcata visione e propensione internazionale, che ha portato i pagamenti via HYPE in ben 180 Paesi del mondo, incluse le isole Cook.

Aprire un conto con Hype è estremamente facile e conveniente. Basta scaricare l’app, lasciare il proprio nome, cognome, codice fiscale e e-mail, inviare una foto del documento di identità. Questo è già sufficiente per attivare il servizio su Smartphone, che sarà operativo in poche ore in tutte le sue funzioni; dopo pochi giorni si riceverà gratuitamente anche la carta di pagamento fisica associata all’IBAN del conto (circuito Mastercard). Da subito l’Hyper potrà quindi controllare e gestire il proprio denaro fino a un massimo di €2.500 di deposito con HYPE START (completamente gratuito), e fino a €50.000 di deposito con HYPE PLUS, per chi desidera farne il proprio conto primario, con addebito automatico di utenze e abbonamenti, e sempre nuovi servizi finanziari e assicurativi dedicati (al costo di un solo euro al mese).

Antonio Valitutti, General Manager di HYPE ha dichiarato: “È stato un anno straordinario, in cui abbiamo raccolto i frutti di un grande lavoro e di una strategia con cui siamo partiti nel 2015 e che abbiamo saputo fare evolvere parallelamente al maturare dell’ecosistema e delle abitudini dei consumatori. In quest’ottica lavoriamo all’arricchimento dei servizi finanziari che i nostri Clienti già possono e potranno gestire tramite Hype, dal credito alle assicurazioni di prossima attivazione, passando dai servizi di pagamento più quotidiani già molto utilizzati, come Bollettini, Risparmi o scambio di denaro tra amici in modalità P2P. Un percorso che già nelle sue prime fasi ci ha permesso di raccogliere grande consenso e attenzione da parte dei Clienti e che ci fa immaginare che nel 2019 possiamo puntare al raddoppio della customer base.”

La costante crescita, nonché il progressivo passaggio della customer base dalla formula di ingresso HYPE START ad HYPE PLUS, sarà infatti sostenuta nel 2019 da una strategia di ampliamento del portfolio servizi, sviluppati sulla base delle reali esigenze del cliente e pensati per agevolare il controllo di spese, acquisti e risparmi, tutti caratterizzati dalla costante attenzione alla qualità ed efficienza che da sempre distingue HYPE. Tra quelli già attivi su HYPE PLUS, la funzionalità di Risparmio automatico secondo obiettivi prefissati – che nel 2018 ha visto arrivare a quota 90 mila gli obiettivi di risparmio per complessivo di oltre 7 Milioni di € che hanno aiutato gli Hypers a realizzare i propri desideri in viaggi, regali, acquisti tech, sport e molto altro, spesso selezionato all’interno della sezione offerte di HYPE, dove l’acquisto in app dà diritto a interessanti cashback.

Di prossima attivazione per tutti anche Credit Boost, che consentirà ai clienti di Hype di accedere in modo immediato al credito, in base al proprio profilo, definendo ammontare del finanziamento e tempi di restituzione personalizzati In app sono sempre disponibili prospetti estremamente semplici e trasparenti sui costi della rata mensile e degli interessi. Credit Boost è un servizio che nell’attuale fase di test, su un panel limitato di Clienti HYPE PLUS, sta già riscontrando grandissimo interesse.

Inoltre, con la crescita della clientela di HYPE PLUS aumenta anche la domanda di accesso del servizio attraverso PC, per questo HYPE – in costante ascolto delle richieste degli Hypers – si appresta a lanciare HYPE WEB, che consentirà l’accesso anche via browser da PC.