Aviva Italia stima un incremento dell’efficienza del 30%grazie al portale MyAviva, rispetto all’ambiente applicativo proprietario precedente

Logo-Aviva
Tempo di lettura: 3 minuti

Aviva Italia, filiale italiana della nota compagnia assicurativa europea, ha implementato Red Hat JBoss Fuse e Red Hat JBoss Data Virtualization come base del suo portale dedicato ai clienti, MyAviva, ottenendo così una panoramica completa e coerente di ogni cliente, oltre alla capacità di erogare servizi digitali innovativi, in modo più veloce ed economicamente efficiente. Aviva Italia usa tecnologie Red Hat per raccogliere e integrare grandi quantità di dati da database e applicazioni differenti, con l’obiettivo di fornire ai clienti maggiore visibilità sulle loro polizze, migliorando di fatto la customer experience attraverso l’uso dei canali digitali.

Il mercato globale delle assicurazioni sta vivendo un momento di forte evoluzione, dovuto al cambio nelle aspettative di clienti e partner e alle pressioni imposte dalla concorrenza e dalle normative. Molte organizzazioni stanno usando le loro risorse per iniziative di trasformazione digitale tese a mantenere la loro competitività: IDC prevede una crescita degli investimenti su tecnologie di Terza Piattaforma (come big data analytics e cloud) e acceleratori di innovazione (come Internet of Things e Intelligenza Artificiale) doppia rispetto al tasso complessivo di crescita degli investimenti IT nel settore finanziario fino al 2020[1]. Forte di oltre 90 anni di esperienza e più di due milioni di clienti, Aviva Italia ha affrontato al sfida della trasformazione sviluppando una strategia digitale pensata per raggiungere nuovi clienti, migliorare la sicurezza dei dati, e consentire ai clienti esistenti di sfruttare al meglio i vantaggi del mondo digitale, come ad esempio la possibilità di accedere ai servizi in mobilità. Aviva Italia ha deciso di rinnovare la propria infrastruttura IT, andando a creare un ambiente maggiormente digitale e integrato. Asse portante di questo approccio è stato mettere il cliente al centro di ogni processo.

Con il supporto di Gruppo Euris, Advanced Business Partner di Red Hat, Aviva Italia ha implementato Red Hat JBoss Fuse, una piattaforma flessibile e leggera che permette una rapida integrazione all’interno nell’impresa estesa, raccogliendo ed esponendo dati provenienti dai differenti silo di informazioni relative ai clienti che si trovano in azienda. Questo ha aiutato Aviva Italia a creare un unico repository e punti d accesso ai dati, che vengono aggregati e resi disponibili ai clienti tramite il portale MyAviva.

Implementato insieme a Red Hat JBoss Data Virtualization, una soluzione di data federation ed integration che si colloca davanti a fonti di dati differenti e permette di trattarle come se fossero un’entità unica, Red Hat JBoss Fuse eroga i dati richiesti – nel formato richiesto – nel momento in cui sono necessari per l’applicazione o l’utente.

Con la creazione di un portale unico, MyAviva offre un ambiente dinamico che può essere costantemente aggiornato con nuovi componenti, a supporto delle nuove richieste che possono arrivare dal business, come ad esempio fornire ai clienti accesso a nuove polizze o servizi aggiuntivi, consentendo in sostanza alla compagnia di reagire in modo più tempestivo alle sollecitazioni del mercato. Inoltre, ha anche eliminato la necessità di una costosa comunicazione cartacea.

Aviva Italia stima un incremento dell’efficienza del 30 percento grazie al portale MyAviva, rispetto all’ambiente applicativo proprietario precedente, con una risposta più veloce alle richieste da parte dei clienti e un generale aumento dell’efficienza complessiva dei processi operativi della compagnia assicurativa. Inoltre, il modello di sottoscrizione offerto da Red Hat ha aiutato Aviva Italia a mantenere bassi i costi, consolidando e unificando l’esperienza dei clienti.

 

 

 


[1] IDC FutureScape: Worldwide Financial Services 2017 Predictions report

(Document #US40132516, novembre 2016)