Home Internet Proteggere il proprio browser

Proteggere il proprio browser

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Il browser è la nostra porta di comunicazione verso l’esterno. È lo strumento attraverso il quale effettuiamo tutte le operazioni in rete e come tale è lo strumento software più esposto a pericoli di sicurezza, malware e attacchi informatici.

Questi attacchi possono presentarsi sotto forma di download ingannevoli, di estensioni e plug-in maligne o siti web infetti da malware.

Lo scopo di questi attacchi è quello di raccogliere informazioni per fini pubblicitari, di carpire le credenziali di accesso verso portali, di dirottare il browser in modo da portare l’utente a visitare un certo tipo di siti o quello di installare virus nel computer.

È dunque importante conoscere quanto segue per sapere come tenere il browser protetto da attacchi di ogni tipo e navigare su internet in modo sicuro senza rischiare compromissioni e fughe di dati personali all’esterno.

Mantenere la versione più recente

È importante, qualunque sia la versione del browser web, mantenerlo aggiornato con la versione più recente con abilitati gli aggiornamenti automatici. Questi ultimi non sono fatti per nulla, il loro scopo è risolvere le vulnerabilità presenti nei programmi, perché i software sono scritti da essere umani e come tali soggetti ad errori.

Abilitare il click to play dei plug-in

Fare in modo che l’esecuzione di script all’interno di pagine web che richiedono plug-in esterni sia per default disabilitato, e che la loro esecuzione avvenga dietro esplicito consenso dell’utente, è una regola che consente di prevenire l’esecuzione di codice che potrebbe portare effetti indesiderati.

Installare solo i plug-in e le estensioni del browser necessarie

Riempire il browser web di plug-in e di estensioni non è mai una bella cosa perché rendono il browser sempre più aperto verso l’esterno e quindi maggiormente vulnerabile.

Limitiamoci ad usare esclusivamente le estensioni e i plug-in strettamente necessari per la navigazione web veramente utile.

Pulire la cronologia e attenzione a cosa si visita

Eseguire con regolarità uno svuotamento della cronologia del browser è una buona abitudine, che per certi versi previene eventuali tentativi di lettura di quello che abbiamo fatto, ma più in generale fare pulizia non fa mai male.

Per concludere estrema attenzione a quello che si visita, in particolare siti di pirateria informatica, che non si dovrebbero visitare perché le licenze software si acquistano, di video streaming o per adulti sono categorie di siti estremamente pericolose da cui dovremmo stare ben alla larga!!!!

Ma se l’inevitabile accade non esitate a contattarmi per fare una bonifica del vostro pc.

Alessio Arrigoni

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Potenziate le funzionalità che comprendono il furto del sistema 2FA e le funzionalità RAT
    Hack4Food

    Hack4food: maratona digitale per l’agroalimentare

    L'hackaton è in programma il 9 e il 10 ottobre. In gara team di innovatori con idee per il rilancio e lo sviluppo sostenibile
    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Il 46% dei consumatori si fida dei siti di notizie premium come fonte d'informazione preferita
    Maxi Di sceglie le soluzioni SaaS di Blue Yonder

    Maxi Di sceglie le soluzioni SaaS di Blue Yonder

    Il passaggio a un percorso digitale permetterà di migliorare i servizi per rete distributiva e clienti
    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Migliaia di realtà in tutto il mondo sono state colpite da questo tipo di attacchi, con richieste di riscatto in bitcoin