La soluzione CCM ha permesso di ridurre tempi di processo e costi incrementando qualità e precisione

BPS sceglie la piattaforma di comunicazione multicanale Quadient Inspire
Tempo di lettura: 2 minuti

BPS (SUISSE) ha scelto la piattaforma di comunicazione multicanale Quadient Inspire per ottimizzare la produzione di diverse tipologie di documenti chiave per la comunicazione al cliente. Grazie al passaggio ad una soluzione per la Customer Communication Management (CCM) più moderna, agile e flessibile, BPS (SUISSE) ha ridotto i tempi di processo e i costi, incrementando allo stesso tempo qualità e precisione dei documenti, sia a livello formale che contenutistico.

Già da alcuni anni, BPS (SUISSE) utilizzava una soluzione di Enterprise Output Management basata su Quadient Inspire e customizzata ad hoc, limitatamente però ad alcune tipologie di comunicazioni al cliente distribuite attraverso il canale di posta tradizionale e l’e-banking. Lo scorso anno, la Banca scelto di importare e integrare all’interno della soluzione altri documenti di importanza cruciale, come avvisi, contratti ed estratti conto.

Il nuovo progetto, sviluppato sempre con Quadient Inspire, grazie alla maggiore agilità e usabilità della soluzione, garantisce un migliore time-to-market. Le tempistiche per l’elaborazione dei documenti si sono infatti notevolmente ridotte: ad esempio, per quanto riguarda l’elaborazione degli estratti conto annuali il tempo necessario per il processo è sceso da 48 a circa due ore. Inoltre, sono stati introdotti check point da cui ripartire in caso di fallimento nell’elaborazione dei dati ed è stato implementato un sistema di debugging e gestione degli errori. In aggiunta, l’intero team di Integrazione Sistemi della Banca è in grado di intervenire e lavorare simultaneamente sulla soluzione, mentre la complessità e la poca flessibilità gestionale della precedente soluzione limitava l’operatività a un solo utente.

Grazie a uno sforzo congiunto che ha coinvolto anche il team marketing, è stato poi attuato un completo restyling dei template delle cinque diverse tipologie di documenti coinvolte, su cui non si interveniva da diversi anni e che, pertanto, risultavano datati. Sono stati quindi sviluppati layout più rispondenti alla Corporate Identity della Banca, nel frattempo evolutasi, anche grazie all’utilizzo di grafiche e linguaggi più freschi e moderni.

Ultimo ma non per importanza, la soluzione ha permesso una notevole riduzione dei costi, anche grazie all’eliminazione della carta prestampata, che prima veniva sostituita ogni qualvolta occorreva processare documenti con loghi differenti. Oggi BPS (SUISSE) stampa i documenti direttamente su carta bianca, pur mantenendo le caratteristiche specifiche delle singole comunicazioni, con conseguente riduzione del rischio di errore umano.

“Siamo davvero orgogliosi di aver supportato una realtà del calibro di BPS (SUISSE), mettendo la nostra tecnologia e competenza nel settore a disposizione di questo progetto, che ha già permesso alla Banca di raggiungere risultati davvero significativi” ha commentato Devid Ghisellini, Project Manager and Senior PSO Consultant di Quadient.

Luca D’Alessandro, Responsabile Integrazione Sistemi di BPS (SUISSE), ha dichiarato: “Il team di Quadient ci ha saputo guidare, grazie all’approfondita conoscenza del prodotto e delle dinamiche del settore, in questo percorso dal duplice obiettivo: oltre all’ottimizzazione dei processi, ci tenevamo a trasmettere, attraverso comunicazioni di più gradevole e semplice consultazione, la propensione alla centralità del cliente che da sempre contraddistingue la Banca”.