Home News Le potenzialità della stampa 3D per l’industria automobilistica

Le potenzialità della stampa 3D per l’industria automobilistica

-

Tempo di lettura: 5 minuti

Dalla creazione di prototipi, alla produzione di parti e tool speciali altamente performanti come i coprimozzi stampati in 3D per Volkswagen: le applicazioni e le potenzialità della stampa 3D per l’industria automobilistica sono ora più svariate e più grandi che mai.

La produzione di singoli pezzi e prototipi nell’industria automobilistica è solitamente associata a costi e sforzi elevati. Spesso le singole fasi di produzione devono essere esternalizzate. I processi di aggiustamento richiedono settimane e mesi, alzando notevolmente i costi di produzione. Il desiderio di molti clienti per una sempre maggiore unicità e personalizzazione pone ulteriori sfide per i produttori di automobili.

Dall’idea al prodotto finale in pochissimo tempo

Tecnologie e materiali 3D desktop innovativi consentono ai team di ingegneria e progettazione di ridurre drasticamente la distanza tra idea e prodotto finale. I prototipi di singoli elementi interni, come un cruscotto, possono essere stampati direttamente sul posto in poche ore, testati per l’idoneità e, se necessario, adattati immediatamente. Le nuove resine sintetiche speciali per la prototipazione consentono di ridurre i tempi di produzione di oltre il 70%.

È quindi possibile accelerare i cicli iterativi e rafforzare il processo di sviluppo del prodotto. La dipendenza da fornitori esterni, i lunghi tempi di consegna e i relativi costi di produzione e stoccaggio, generalmente elevati, vengono eliminati. La possibilità di implementare immediatamente le regolazioni e di testare le parti revisionate praticamente lo stesso giorno offre un enorme potenziale per l’industria automobilistica, dove una convalida rapida è essenziale. L’arresto di una linea di produzione automobilistica solo per un breve periodo di tempo comporta già costi nell’ordine delle migliaia e decine di migliaia di euro, quindi un arresto di consegna dei pezzi di ricambio all’interno della produzione può costare rapidamente a un produttore di automobili 100 milioni di euro a settimana.

Oltre a processi di produzione e personalizzazione più veloci ed economici, la stampa 3D offre anche nuove opzioni per la forma e il design e la personalizzazione di piccole quantità. Ad esempio, la stampa 3D può essere utilizzata per produrre parti personalizzate in piccole quantità a costi accessibili senza la necessità di personalizzare un’intera linea di produzione o di manodopera estesa. Soprattutto per le officine più piccole, l’eliminazione di elevati investimenti iniziali apre possibilità completamente nuove.

Risultati straordinari grazie a metodi combinati

Ad aprire svariate nuove possibilità per l’industria automobilistica non è solo l’uso di nuove tecnologie di stampa 3D innovative, ma anche, e soprattutto, la loro combinazione con i processi convenzionali. Un esempio è la nuova edizione del famoso microbus Volkswagen del 1962. La forma insolita e intrecciata dei cerchioni in alluminio della nuova versione del microbus Volkswagen richiedeva una combinazione di cerchi appositamente studiati. Per ottenere il design appropriato, i coprimozzi sono stati prima stampati in 3D in collaborazione con Formlabs utilizzando il processo SLA e quindi zincati per ottenere l’aspetto e la sensazione di parti metalliche reali.

La combinazione di parti stampate con polimeri e processi come fusione a cera persa, fusione a sabbia o fusione diretta a bassa temperatura per produrre parti metalliche specifiche con finiture di superfice particolari offre ai produttori un’alternativa più economica e spesso più dettagliata rispetto alla stampa 3D diretta di metalli e ad altri processi di produzione convenzionali, di solito estremamente costosi. Combinando la stampa 3D con altri processi, è possibile sfruttare le innovative tecnologie di stampa 3D con polimeri come tempo, costi, facilità d’uso, precisione e iterazioni rapide per creare altri materiali più sofisticati come il metallo.

Sfruttare a proprio vantaggio le proprietà dei materiali

Il processo di galvanostegia consente di combinare parti in plastica stampate in 3D con le proprietà meccaniche e chimiche superiori dei metalli. In questo processo, uno strato sottile del metallo desiderato viene depositato elettrochimicamente sulla superficie della parte stampata in 3D. Il risultato è una vera superficie metallica. Oltre a conferire un aspetto metallico, la galvanostegia rafforza in modo significativo anche la parte sottostante e migliora la resistenza del materiale a usura, esposizione ai raggi UV e corrosione. Ad esempio, la resistenza alla trazione delle parti stampate in 3D SLA è aumentata in media di tre volte, la resistenza alla flessione di quasi dieci volte e la rigidità di quattro volte.

Un ulteriore vantaggio è rappresentato dal gran numero di metalli che possono essere utilizzati per la galvanostegia e la conseguente varietà di possibili usi e applicazioni per le parti finite. Tra le altre cose, il processo di raffinamento consente di produrre parti precise e relativamente economiche da oro, nichel e rame, con ogni metallo che offre i suoi vantaggi specifici. Ad esempio, la raffinatezza dell’oro è l’ideale per ottenere un aspetto straordinariamente nobile con costi dei materiali relativamente bassi, poiché non è l’intera parte ad essere realizzata in oro, ma solo lo strato superiore, con lo stesso risultato ottico. Le parti raffinate con nichel sono estremamente resistenti alla corrosione. E le superfici in rame hanno un’eccellente conducibilità elettrica. La superficie metallica può quindi essere lucidata, spazzolata, sabbiata o rivestita come qualsiasi superficie metallica sottile, a seconda delle esigenze di progettazione e dell’uso previsto. Nel caso dei coprimozzi per il microbus Volkswagen, le superfici in rilievo sono state lucidate a specchio, mentre la superficie goffrata dietro il logo Volskwagen è rimasta opaca, creando un sottile contrasto.

La galvanostegia dei modelli in plastica stampati in 3D può essere utilizzata in tutte le aree della produzione automobilistica in cui le superfici metalliche sono fondamentali. Inoltre, è una soluzione adatta soprattutto per le parti di produzione che devono combinare le proprietà esterne del metallo con il minor peso possibile. L’uso della stampa 3D cava o basata su griglia come base consente un ulteriore risparmio di peso.

A cura di Stefan Holländer, Managing Director EMEA, Formlabs

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Federico Francini_Workday_Media

    Workday annuncia la nomina di Federico Francini a Managing Director Italia

    Federico Francini riporterà direttamente a François Cadillon, Vice President Sales Continental Europe di Workday.
    Paradigma Phygital: dal lockdown è nato un nuovo consumatore

    Paradigma Phygital: dal lockdown è nato un nuovo consumatore

    Più digitale, con maggiore coscienza sociale e attenzione al territorio
    Crosscall-x-talk-768x431

    X-TALK: l’app che trasforma gli smartphone in walkie-talkie

    X-TALK funziona principalmente tramite reti mobili 2G/3G/4G e Wi-Fi, consentendo così la comunicazione ed evitando il principale ostacolo nell'utilizzo dei walkie-talkie
    Attacchi cyber in aumento: attenzione ai dispositivi IoT

    Attacchi cyber in aumento: attenzione ai dispositivi IoT

    Il tasso di infezione è maggiore per i dispositivi assegnati a indirizzi IP pubblici
    zaini_personalizzati_gadget365

    Zaini personalizzati: la scelta vincente per le aziende

    Con gli zaini personalizzati fai arrivare il tuo messaggio ben oltre l’evento o la fiera dove li hai distribuiti. Stimola il senso d’appartenenza dei dipendenti, fidelizza i clienti e attrai nuovi prospect.