Home News Il consumatore interconnesso: evoluzione del retail

Il consumatore interconnesso: evoluzione del retail

-

Tempo di lettura: 3 minuti

Il consumatore interconnesso si adatta costantemente alle nuove tecnologie, che ne influenzano abitudini, stile di vita e modo di consumare e acquistare prodotti e servizi. Finora, nel commercio le nuove tecnologie hanno coesistito con quelle tradizionali e ogni parte ha mantenuto e trovato il proprio posto: come per esempio la radio di fronte all’arrivo della televisione o il treno prima dell’invenzione dell’aereo; ma, indubbiamente, la comunicazione in qualsiasi sua forma non è più compresa al di fuori del linguaggio digitale. Non si tratta più di scegliere tra un formato o l’altro: l’analogico, per il suo costo, la sua lentezza e i suoi limiti, ha i giorni contati.

Quando acquistiamo stiamo anche comunicando: stabiliamo un contatto con un venditore che ci offre un prodotto o un servizio per soddisfare un’esigenza. Questa comunicazione si instaura sempre più in un ambiente digitale e per ottimizzare questa esperienza d’acquisto è necessario inviare e ricevere quante più informazioni possibili sui prodotti in modo privato, diretto, sicuro e ultraveloce: se sono disponibili in prossimità di un luogo, se sono in una determinata dimensione o taglia, se saranno disponibili a breve ecc..,tutte queste informazioni possono essere conosciute in tempo reale in un ambiente interconnesso a beneficio sia dell’acquirente che del venditore, ottimizzando così tempi, logistica, risorse e, in infine, i costi.

Le attuali capacità tecnologiche consentono ai grossisti e al settore retail di integrare ecosistemi, cloud e funzionalità di analisi per offrire nuove interessanti capacità, una migliore esperienza di vendita e acquisti sempre più dinamici e personalizzati in un ambiente omnicanale. Nel retail tradizionale, le limitazioni sono state stabilite dall’utilizzo di un’infrastruttura centralizzata in cui non è stato possibile sviluppare l’integrazione del servizio offerto nel negozio fisico e ciò che è in grado di integrare il negozio online. Tuttavia, una piattaforma di interconnessione, oltre a connettere tutti i dati, semplifica i processi di partecipazione digitale e permette al settore retail di ottenere informazioni sui clienti o potenziali clienti, potendo così adattare l’esperienza d’acquisto dei consumatori e soddisfare le esigenze in tempo reale in termini di stock in magazzino o variazioni di mercato. In questo modo, è in grado di prevedere i comportamenti e di adeguare la produzione a una domanda che può essere programmata – almeno provvisoriamente-, cosa che fino a pochi anni fa potevamo solo sognare.

La tendenza del mercato è più che chiara: le vendite al dettaglio si stanno integrando sempre più nel mondo online, offrendo esperienze self-service personalizzate, standardizzando la gestione o consentendo di scalare le capacità digitali necessarie per aumentare la fidelizzazione dei clienti. Tutta questa trasformazione digitale è possibile grazie alla Piattaforma Equinix®, la più grande piattaforma di interconnessione, che permette alle aziende dei cinque continenti di connettersi facilmente e privatamente attraverso 200 data center presenti in oltre 55 mercati, consentendo così la massima portata e capacità geografica.

Equinix lavora per le imprese per connettere i loro consumatori all’interno dei loro canali nel mondo digitale, offrendo una copertura globale di localizzazione e un’interconnessione dei dati in modo privato e in completa sicurezza. Allo stesso tempo, integra, standardizza e semplifica il controllo della gestione e dell’archiviazione di tutte le informazioni.

Le aziende retail che vogliono essere competitive devono essere consapevoli di dover offrire un’esperienza di shopping omnicanale, dove le diverse possibili modalità di acquisto di un prodotto o di un servizio sono naturalmente integrate. Costruire punti di scambio di acquisto e vendita tra clienti e negozi in una piattaforma di connessione dinamica permette – oltre a poter prevedere le abitudini che gli acquirenti avranno in un dato momento – di personalizzare completamente i servizi, i prodotti e i messaggi che si vogliono inviare loro per attirare l’attenzione su qualcosa che si adatta ai loro interessi. Così, in un mondo digitale e interconnesso, tutti possono trarne vantaggio.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Ecosistema FinTech italiano: prospettive post Covid-19

    Ecosistema FinTech italiano: prospettive post Covid-19

    Cresciuti dal 2016 al 2019 i finanziamenti alle startup attive nel settore, con un CAGR di oltre il 60%
    Italia in vetta alle classifiche mondiali per malware e ransomware

    Italia in vetta alle classifiche mondiali per attacchi malware e ransomware

    Il nostro Paese è l’ottavo al mondo più colpito dai malware e l’undicesimo per attacchi ransomware
    Digital Innovation Days Italy 2020v

    Digital Innovation Days Italy 2020: tante novità per la prima edizione tutta online.

    Nuove sale verticali e una giornata interamente gratuita dedicata alle Startup
    CDP Venture Capital e Digital Magics insieme per l'innovazione

    CDP Venture Capital e Digital Magics insieme per l’innovazione

    Le due realtà partecipano a un round di investimento per oltre 3,5 milioni di euro a favore di 6 startup innovative italiane
    Digital divide: sempre connessi con Uania

    Digital divide: sempre connessi con Uania

    La startup pugliese trasforma connessioni lente e instabili in banda ultralarga