Home News Decreto Rilancio: tutte le misure per l’emergenza sanitaria ed economica

Decreto Rilancio: tutte le misure per l’emergenza sanitaria ed economica

-

Tempo di lettura: 3 minuti

Con la conversione in legge del Decreto Rilancio il Governo ha stanziato 54,9 miliardi di euro per sostenere imprese, famiglie e lavoratori, che si aggiungono ai 25 miliardi del Decreto Cura Italia.

Molte delle linee di intervento previste dal Decreto riguardano la PA, con obiettivi molteplici: sicurezza sanitaria a contrasto dell’emergenza Covid, potenziamento della digitalizzazione e delle gare telematiche, semplificazione amministrativa, lavori di adattamento degli edifici pubblici e altro ancora.

Gli interventi previsti possono essere realizzati in maniera rapida ed efficace grazie a molte iniziative disponibili sul Mepa, le cui categorie merceologiche coprono ormai quasi tutti i fabbisogni della PA – dai beni e servizi fino ai lavori di manutenzione – e su gli altri strumenti di e-procurement di Consip.

Le iniziative per la scuola e la sanità

Particolare attenzione è stata riservata dal Decreto Rilancio a settori come la scuola e la sanità.

Sul Mercato Elettronico della PA scuole ed altre PA possono negoziare beni/servizi e lavori di manutenzione indispensabili per le loro attività (dispositivi di protezione individuale; interventi di pulizia straordinaria e sanificazione; dispositivi digitali, editoriali e didattici innovativi; fibra ottica; interventi di realizzazione, adeguamento e manutenzione laboratori didattici, palestre e interventi urgenti di edilizia scolastica) attraverso le seguenti categorie merceologiche:

Bando Beni:

  • Tessuti, indumenti (DPI e non), equipaggiamenti e attrezzature di sicurezza/difesa
  • Ricerca, rilevazione scientifica e diagnostica
  • Forniture specifiche per la sanità
  • Informatica, elettronica, telecomunicazioni e macchine per ufficio

Bando Servizi:

  • Servizi di gestione dei rifiuti speciali
  • Servizi sanitari – Servizi di sorveglianza sanitaria
  • Servizi di pulizia degli immobili, disinfestazione e sanificazione impianti
  • Servizi per l’Information & Communication Technology
  • Servizi di assistenza, manutenzione e riparazione di beni e apparecchiature
  • Servizi agli impianti (manutenzione e riparazione)
  • Servizi di manutenzione del verde pubblico

Lavori di manutenzione:

  • Edili
  • Impianti
  • Opere specializzate

Inoltre, il Governo ha stanziato più di tre miliardi di euro per il Servizio Sanitario Nazionale, in particolare per l’assistenza territoriale e il riordino della rete ospedaliera regionale, l‘acquisto di mezzi di soccorso e ambulanze e la ristrutturazione / riorganizzazione dei Pronto soccorso e dei Dipartimenti di emergenza, urgenza e accettazione.

Sul Mepa le amministrazioni possono negoziare beni/servizi e lavori di manutenzione (tessuti, indumenti, DPI, equipaggiamenti e attrezzature di sicurezza, rilevazione scientifica e diagnostica, forniture specifiche per la sanità, arredi, servizi di ricerca, selezione e somministrazione del personale; servizi agli impianti, servizi di trasporto e noleggio), attraverso le seguenti categorie merceologiche:

Lavori di manutenzione:

  • Edili
  • Impianti
  • Opere specializzate

Bando Beni:

  • Tessuti, Indumenti (DPI e non), equipaggiamenti e attrezzature di Sicurezza / Difesa
  • Ricerca, rilevazione scientifica e diagnostica
  • Forniture specifiche per la Sanità
  • Arredi

Bando Servizi:

  • Servizi di ricerca, selezione e somministrazione del personale
  • Servizi agli impianti (manutenzione e riparazione)
  • Servizi di trasporto e noleggio
  • Servizi di ricerca, selezione e somministrazione del personale

Un’opportunità per gli operatori economici

Le iniziative descritte rappresentano un’importante opportunità di ripresa anche per gli operatori economici. Per tale motivo, Consip ha organizzato una serie di webinar in collaborazione con le Associazioni di Categoria, partner strategici nella diffusione del Mepa presso le Piccole e Medie Imprese, che collaborano con Consip sin dal 2004 alla creazione di una rete di Sportelli di supporto presenti su tutto il territorio (Sportelli in Rete).

I sei webinar – svolti nel mese di luglio 2020 con alcune delle principali associazioni aderenti al Progetto (Ance, Cna, Confcooperative, Confesercenti, Legacoop e Confindustria) – hanno visto l’adesione di circa 250 partecipanti. Alle associazioni è ora affidato il compito di far conoscere a tutti i propri associati sul territorio le opportunità offerte dal Decreto Rilancio attraverso il Mepa.

Per scoprire tutte le opportunità del Mepa clicca qui.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Unicoop Tirreno ha scelto la fatturazione digitale di Siav

    Unicoop Tirreno ha scelto la fatturazione digitale di Siav

    Il modulo Task on Demand permette alla cooperativa di seguire da remoto ogni fase del ciclo di fatturazione passiva
    Physics for Technologies and Innovation: ML alla Cattolica di Brescia

    Physics for Technologies and Innovation: Machine Learning alla Cattolica di Brescia

    Il percorso di studi è erogato in inglese con un’ampia scelta di corsi nei campi di Innovation Management e Data Science
    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Picco di minacce RDoS: colpite organizzazioni di ogni paese e settore

    Migliaia di realtà in tutto il mondo sono state colpite da questo tipo di attacchi, con richieste di riscatto in bitcoin
    smart working

    Smart working: NFON sostiene le imprese italiane

    Le soluzioni dell'azienda tedesca sono cloud ready, facilmente scalabili e adatte a qualunque tipologia di azienda
    eGovernment Benchmark: migliorano i servizi pubblici digitali

    eGovernment Benchmark: migliorano i servizi pubblici digitali

    La pandemia ha mostrato l'importanza di servizi incentrati sull’utente, trasparenti e senza soluzione di continuità