Home Vertical .ing Gli Stati Generali delle Professioni italiane

Gli Stati Generali delle Professioni italiane

-

Tempo di lettura: 2 minuti

Si svolgeranno domani 4 giugno, dalle 10.30 alle 12.30, gli Stati Generali delle Professioni italiane, durante i quali i 2,3 milioni di professionisti iscritti agli Ordini ed ai Collegi rivendicheranno il loro ruolo economico, sociale e sussidiario di fronte ad un Governo che – con il Decreto Rilancio – ha disatteso le richieste di una componente essenziale del Paese.

Infatti, i professionisti iscritti alle Casse sono stati esclusi dal contributo a fondo perduto, pur riconosciuto ad altri lavoratori autonomi.

Le motivazioni addotte sono semplicemente assurde (il non riconoscimento dei professionisti quali operatori economici, al pari delle imprese, in contrasto con precise normative europee). Inoltre non sono state considerate altre importanti proposte fatte dalle professioni.

Forti anche le preoccupazioni per i ritardi e l’incertezza circa l’assunzione di provvedimenti fondamentali per la ripresa e la crescita del Paese, che consentirebbero di superare questo difficilissimo momento di crisi.

Durante l’evento sarà anche presentato il Manifesto delle Professioni per la Ripresa del Paese.

La manifestazione è organizzata dal Comitato Unitario delle Professioni e dalla Rete delle Professioni Tecniche, con l’obiettivo di far sentire la voce e il peso degli ordini e collegi al decisore politico.

All’evento sono stati invitati a intervenire tutti i leader nazionali dei partiti, che stanno facendo pervenire le adesioni.

Hanno aderito i consigli nazionali di: Consulenti del Lavoro, Ingegneri, Attuari, Dottori agronomi e forestali, FNOPI, Periti industriali, Avvocati, Periti Agrari, Assistenti sociali, Notai, Architetti, FNOPO, Commercialisti, Psicologi, Spedizionieri Doganali, Agrotecnici, TSRM PSTRP, Giornalisti, FNOVI, Geometri, Tecnologi Alimentari, Chimici e Fisici, Geologi.

Potrete partecipare online alla manifestazione, condividendo nelle vostre pagine social il link del canale Youtube Professioni italiane, sul quale sarà trasmessa la diretta giovedì 4 giugno, a partire dalle 10.30.

Gli ordini e collegi ritengono necessario ribadire, soprattutto in questo momento delicato per il Paese, il senso di responsabilità con cui ogni giorno i professionisti lavorano e si impegnano al fianco delle istituzioni, delle imprese e degli altri lavoratori autonomi, in una logica di sussidiarietà e collaborazione, per cui non accetteranno comportamenti discriminatori e penalizzazioni nei confronti dei loro iscritti.

Per maggiori informazioni vi preghiamo di visitare il sito.

 

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Rilasciato gratuitamente il codice sorgente del malware Cerberus

    Potenziate le funzionalità che comprendono il furto del sistema 2FA e le funzionalità RAT
    Open banking: è boom di investimenti in Europa

    Open banking: è boom di investimenti in Europa

    Le istituzioni finanziarie stanno dando priorità a casi d'uso che portano valore immediato alla propria attività
    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Cala la fiducia dei consumatori nei social network

    Il 46% dei consumatori si fida dei siti di notizie premium come fonte d'informazione preferita
    siportal_logo_-_payoff-01_37836

    Nasce la rete in fibra ottica di Siportal

    Il progetto, che si avvale delle partnership strategiche di Huawei e del Gruppo Retelit, punta a supportare la trasformazione digitale delle aziende in Sicilia e Sardegna.
    Completata chiamata dati 5G a lungo raggio su rete commerciale USA con mmWave

    Completata chiamata dati 5G a lungo raggio su rete commerciale USA con mmWave

    U.S. Cellular, Qualcomm ed Ericsson hanno raggiunto la distanza di oltre 5 km e la velocità di oltre 100 Mbps