La piattaforma di gestione e sicurezza dei dati permetterà alla law firm di rafforzare la sua leadership nel contenzioso IP e commerciale

Trevisan & Cuonzo sceglie la piattaforma HighQ

Per rafforzare la sua leadership nel contenzioso IP e commerciale, lo studio legale Trevisan & Cuonzo ha scelto la tecnologia di HighQ, che consentirà allo studio di dotarsi di una piattaforma di condivisione dati (e non solo) già utilizzata da altre importanti law firms europee attive nella litigation di alto livello.

“Il nostro studio ha acquisito le dimensioni di una “superboutique” europea nel settore del contenzioso IP e commerciale e ciò è avvenuto anche attraverso importanti investimenti in tecnologia afferma Gabriele Cuonzo, co-fondatore e Managing Partner dello Studio. La piattaforma di gestione e sicurezza dati elaborata con HighQ rappresenta un ulteriore, significativo passo in avanti per servire i nostri clienti nel modo più efficace, sicuro e user-friendly possibile.”

Lo Studio ha registrato una forte crescita negli ultimi anni e il lavoro svolto nel contenzioso di alto profilo, spesso in favore di realtà internazionali, ha portato ad un aumento esponenziale dei documenti, spesso riservati e confidenziali da gestire. HighQ, società di servizi tecnologici con sede a Londra, attraverso i suoi software può offrire una gestione sicura dei dati garantendo al contempo trasparenza al cliente, il quale avrà accesso costante e in tempo reale agli stessi durante tutto il ciclo di vita della pratica.

“Apprezziamo l’opportunità di lavorare con realtà lungimiranti come Trevisan & Cuonzo, ha dichiarato Stuart Barr, Chief Product & Strategy Officer di HighQ. I leader di questo Studio hanno una chiara visione per migliorare il servizio offerto ai clienti con l’uso della tecnologia e HighQ offre una serie diversificata di strumenti in grado di soddisfare le specifiche esigenze dello Studio.”

“L’industria legale continua a subire una trasformazione digitale e ogni euro speso per la tecnologia è estremamente ben speso, ha commentato Cuonzo, che aggiunge: I clienti sono molto soddisfatti della nostra attuale infrastruttura tecnologica, ma noi non ci accontentiamo e investiamo sul futuro. Il mercato legale si va polarizzando tra big law firms generaliste e superboutiques come la nostra che investono in innovazione. Ormai si vanno imponendo standard tecnologici molto elevati che in un futuro prossimo i nostri clienti esigeranno come requisito essenziale per il conferimento degli incarichi.”