Abituati a digitare tasti su tablet, pc e smartphone vari studi dimostrano che dobbiamo riscoprire i vantaggi della scrittura manuale

penne personalizzate

Ai giorni nostri abbiamo accantonato penne, colori e quaderni colorati a favore di pc, tablet e smartphone. Scrivere è diventata una “questione di tastiera” ma sono sempre di più le voci di chi sottolinea l’importanza di continuare a scrivere a mano, con la cara e vecchia penna, tanto che anche alcuni professori di Harvard si sono raccomandati con gli studenti di prendere appunti alla vecchia maniera.

Non solo in America si è capito l’importanza della scrittura manuale: basti pensare che in l’Italia si è indetto il 23 gennaio come la giornata internazionale della scrittura a mano. Un segno tangibile che deve farci riflettere sul fatto che penne e quaderni non sono ancora pronti ad andare in pensione.

I vantaggi della scrittura manuale

Scrivere a mano è un atto personale, di espressione della propria individualità. Un atto che va a sollecitare aree del cervello e dell’apparato sensomotorio che con la tastiera non vengono toccate. La scrittura manuale è quindi un’attività che ci consente di esprimere noi stessi, lasciando un segno unico ed irripetibile: viene stimolata la creatività, il pensiero astratto e la memoria.

Non solo: la scrittura a mano permette inoltre di essere un fattore rilassante per la persona. Infatti aiuta a liberare la mente da altri pensieri, fa concentrare maggiormente su quello che si sta scrivendo e libera le tensioni e i nervosismi, smussando la negatività e rilassando mente e muscoli.

Chi usa la penna, inoltre, impara con una maggiore rapidità a distinguere le lettere dell’alfabeto, compone meglio i testi e sa meglio districarsi nell’uso dei vocaboli e dei vocabolari… attività che facilitano di molto ad esempio l’apprendimento di una lingua straniera.

Molti studi dimostrano che scrivere a mano coinvolge aree del cervello più vaste di quante ne coinvolge la scrittura digitale, permettendo di imparare a leggere più velocemente e di esprimere più idee e concetti di chi invece usa la tastiera. Non è un caso pertanto che, secondo gli psicologi statunitensi Pam A. Mueller di Princeton e Daniel M. Oppenheimer dell’Università della California, prendere appunti a mano aiuterebbe a fissare meglio i concetti e le nozioni.

Gli articoli da cartoleria tornano in primo piano: vincono le penne

Ma se scrivere a mano è così importante e vantaggioso tornano in primo piano gli articoli da cartoleria come penne, matite, evidenziatori, quaderni e colori.

Un’idea particolarmente originale per le aziende può quindi essere quella di regalare a clienti, partner, prospect e dipendenti come gadget delle penne personalizzate. Se quelle in plastica sono utili da distribuire durante fiere ed eventi, un’idea in più per “coccolare” e fidelizzare i clienti più importanti è quella di regalare penne in metallo, di diversi materiali, fogge e colori, che possono essere personalizzate sia con l’incisione laser che con la serigrafia. Una scelta elegante e di classe che rappresenta un regalo gradito in un mondo che deve impegnarsi a riscoprire tutta la bellezza e il fascino dello scrivere a mano.