Technology for All 2018

È in arrivo la quinta edizione di Technology for All 2018, il forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio e l’ambiente, i beni culturali e le smart city. L’evento si svolgerà a Roma dal 3 al 5 ottobre prossimi presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La disponibilità di mappe urbane precise e aggiornate può fare la differenza nel salvare delle vite. Quando arriva una chiamata di emergenza, l’ambulanza deve raggiungere in tempi brevissimi un indirizzo preciso; anche un piccolo ritardo può essere fatale. È questo lo scenario, sempre più diffuso nelle grandi città di oggi, che vede l’arrivo di una rivoluzione tecnologica: si tratta dei cosiddetti geodati, costituiti da toponomastica e numeri civici accurati, la possibilità cioè per i mezzi di soccorso di poter contare su una mappatura digitale aggiornata, accurata e completa, gestita da un sistema di consultazione mobile, rapido ed intuitivo. Tutto ciò prepara inoltre al mondo della guida autonoma del prossimo futuro.

Il programma di Technology for All 2018 si aprirà mercoledì 3 ottobre con un workshop sul campo in un’importante zona di archeologia industriale a Roma: tramite droni e sensori per riprese LIDAR (Laser Imaging Detection and Ranging) saranno infatti rilevate le grandi strutture dell’ISA, un’area che ai primi del ‘900 ospitava i Magazzini Generali ed è stato uno dei primi esempi di opera in cemento armato della Capitale. Saranno anche presentati gli ultimi sistemi GNSS (Global Navigation Satellite System), laser scanner, georadar e molti altri ancora.

Giovedì 4 si svolgerà invece il convegno inaugurale, che vedrà gli interventi di rappresentanti istituzionali e di esperti di Enti di ricerca, aziende specializzate e associazioni di categoria.

Seguirà una due giorni di sessioni dedicate alle più recenti tecnologie per il territorio, i beni culturali e le smart city: tra l’altro, si parlerà di geoinformazione e analisi geospaziale, realtà virtuale e aumentata, droni per l’aerofotogrammetria, imaging con sensori iperspettrali, sistemi per il BIM (Building Information Modeling), tecnologie italiane per le smart city e il PNT (Positioning Navigation & Timing). Prevista anche la presentazione delle rilevazioni aeree sulle strutture dell’ISA, una serie di seminari e conferenze organizzati dalle aziende espositrici e attività dimostrative di nuovi sistemi e software. La partecipazione è gratuita, previa registrazione online.

“Il programma della prossima edizione di Technology for All, in coerenza con la visione che contraddistingue da sempre la comunicazione scientifica allargata delle riviste GEOmedia e Archeomatica, porterà le risultanze della geomatica di avanguardia per la difesa del territorio, dei beni culturali e per la transizione della città storica alla smart city”, ha dichiarato Renzo Carlucci, scientific media manager di MediaGEO, la società romana che organizza la manifestazione. “In questo contesto, temi attuali come quelli legati al problema del posizionamento su mappa per le cresciute esigenze di vivibilità della città, in rapporto alla consapevole difesa del territorio extraurbano, devono essere affrontati attraverso la conoscenza e la formazione di base con una disseminazione di massa delle risultanze della ricerca e dell’esperienza operativa professionale.”