Soisy: la startup italiana sfida le finanziarie tradizionali

373

Bilancio positivo ad un anno dal lancio del nuovo servizio di finanziamento degli acquisti tra privati

È tempo di bilanci per Soisy, startup italiana che gestisce il finanziamento degli acquisti tra privati, a poco più di un anno dal lancio del nuovo servizio.

I risultati positivi, in linea con quanto avevano indicato i test e le ricerche di mercato preliminari della startup milanese, sembrano confermare che anche in Italia, come nel resto del mondo, le persone di ogni età sono alla ricerca di forme di finanziamento più agili e immediate, rispetto ai tradizionali sistemi di credito al consumo.

I primi ad aver approfittato di questa nuova forma di finanziamento per i propri acquisti sono stati gli sportivi.

È il caso, ad esempio, di TimeSport24, ecommerce specializzato in articoli per sport, salute e benessere e tra i primi ad aderire al servizio Soisy, che ha registrato negli scorsi sei mesi ben 585 richieste di finanziamento “peer-to-peer” da parte dei propri utenti.

Quasi i due terzi di queste richieste (67%) hanno passato i severi controlli della startup e sono state approvate in pochi secondi. In totale da novembre 2017 a metà maggio di quest’anno, sono stati finanziati complessivamente 188.820,00 Euro verso Timesport24 (una media di 656,00 Euro per singola richiesta).

Questa nuova forma di finanziamento ha contribuito a produrre un aumento del 16% del fatturato di TimeSport24, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Offrire flessibilità nella scelta delle forme di pagamento, dunque, non è solo un vantaggio per i clienti, ma fa bene anche alle vendite.

“Si tratta di risultati estremamente incoraggianti se si pensa che il mercato degli e-commerce, al netto dei giganti del settore, è popolato da molti attori più piccoli che portano valore e competenze ai propri clienti, ma che per competere sul mercato hanno bisogno di aumentare continuamente i vantaggi e le opportunità contenuti nella loro offerta al pubblico” – ha dichiarato Luigi Bottini, CEO di TimeSport24.

Il funzionamento del nuovo servizio Soisy, per ora l’unico di questo tipo in Italia, è molto semplice: chi desidera acquistare si reca fisicamente nel negozio o sul sito dell’e-commerce e sceglie gli articoli desiderati. Al momento di pagare, se il merchant è partner di Soisy, l’utente ha la possibilità di richiedere in pochi secondi, da pc o smartphone, la rateizzazione dell’importo.

Attraverso un controllo istantaneo sui SIC (Sistemi di Informazioni Creditizie) e ad altre verifiche effettuate con sistemi proprietari, Soisy stabilisce l’affidabilità creditizia del richiedente.

Se l’esito dei controlli è positivo il finanziamento viene approvato, l’utente visualizza le condizioni economiche proposte – in genere più vantaggiose di quelle messe a disposizione dalle società finanziarie tradizionali, a parità di merito creditizio – e può scegliere se accettarle o rifiutarle.

Se le accetta, il finanziamento va a buon fine e Soisy accredita la somma richiesta direttamente al negozio/e-commerce partner, mentre il cliente si porta a casa la merce.

L’intera operazione dura pochi minuti e non è necessario l’invio di documenti cartacei.

I capitali necessari a finanziare gli acquisti provengono da investitori privati che hanno scelto di investire i propri soldi (da un minimo di 10 euro a un massimo di 100.000 euro) in questa nuova forma di credito peer-to-peer, in cambio di rendimenti che possono arrivare anche fino all’8% o al 4% per chi sceglie la protezione, messa a punto da Soisy a beneficio degli investitori, della Garanzia di Rendimento.

Ogni finanziamento viene suddiviso tra più investitori (nella cosiddetta fase di “matching” che precede il finanziamento effettivo): in questo modo, in caso di insolvenza di un richiedente, l’eventuale perdita non graverà mai sul capitale di un singolo investitore.

“Il sistema delle finanziarie sta mostrando la corda da anni – spiega Pietro Cesati, CEO e Co-founder di Soisy – non si tratta solo di incomprensibili inefficienze nei confronti degli acquirenti, ma anche del servizio offerto ai partner, arcaico e fondato su carte da firmare e lunghe procedure di approvazione che fanno perdere tempo e penalizzano gli affari. Soisy offre una procedura snella e interamente digitale sia per le operazioni dei clienti sia per l’integrazione del servizio da parte dei partner: attraverso API restful o un plugin semplicissimo da integrare, l’e-commerce può offrire la rateizzazione degli acquisti ai propri clienti in modo semplice e veloce aumentando così il proprio giro d’affari. Siamo i primi attori fintech a offrire questo servizio e i numeri sono incoraggianti sia per noi che per i nostri partner.”

La sfida alle finanziarie tradizionali è cominciata.