Ferma presa di posizione di Antonello Solo, dopo il furto di dati subito da Uber

A seguito dell’attacco subito da Uber, il Garante Privacy Antonello Soro ha rilasciato dichiarazioni molto critiche nei confronti della multinazionale:

Non possiamo che esprimere forte preoccupazione per la violazione subita da Uber, tardivamente denunciata dalla società americana. Abbiamo aperto un’istruttoria e stiamo raccogliendo tutti gli elementi utili per valutare la portata del data breach e le azioni da intraprendere a tutela degli eventuali cittadini italiani coinvolti.

Quello che certo colpisce,  in una multinazionale digitale come Uber, è l’evidente insufficienza di  adeguate misure di sicurezza a protezione dei dati e quello che sconcerta è  la scarsa trasparenza nei confronti degli utenti sulla quale indagheremo”.