Il progetto è stato avviato grazie all’accordo con The data Incubator

Tempo di lettura: 1 minuto

Reply ha sottoscritto un accordo di esclusiva con The Data Incubator, il programma volto alla formazione degli “Data Scientists”, che nei prossimi anni diventeranno fulcro vitale per le aziende che avranno il compito di sfruttare al meglio le enormi basi di dati attraverso le nuove tecnologie Big Data e l’utilizzo di modelli di machine learning avanzati.

The Data Incubator è un’organizzazione che eroga programmi intensivi di formazione in ambito Data Science. Neolaureati di eccellenza che mirano ad ottenere un profilo di alta qualità, e dipendenti con il desiderio di crescere professionalmente e dare nuovo valore alla propria azienda, avranno la possibilità di essere coinvolti in originali ed interattivi case studies, creati con il preciso scopo di rendere efficace e veloce l’apprendimento dei più potenti algoritmi di machine learning e degli strumenti di Data Visualization e Distributed Computing. Cuore tecnologico dell’iniziativa è una dettagliata conoscenza del mondo Hadoop, con focus su MapReduce e Spark, e Python che è il linguaggio di implementazione scelto per il suo ampio numero di librerie applicative.

The Data Incubator è un percorso di 8 settimane intensive di training durante il quale Reply mette a disposizione i propri Data Scientist per formare i futuri “data leader” e accelerare la trasformazione verso una cultura data-driven in azienda.

Italia, Germania, Svizzera e Austria, questi sono i Paesi in cui Reply opererà, in esclusiva, a supporto del processo di formazione delle figure professionali indispensabili alla completa fruizione delle enormi moli di dati disponibili in azienda.