Privacy e crittografia: binomio vincente!

All’interno della propria campagna a favore della crittografia (advocacy.mozilla.org/encrypt), Mozilla desidera condividere 7 consigli per aiutare l’utente a gestire la propria esperienza Internet in maniera crittografata quindi più sicura e protetta.

1) Capire che è necessario crittografare la comunicazione. La crittografia è la codifica dei dati che permette solo alle persone in possesso di determinati codici di accedere ad un messaggio. La maggior parte dei sistemi di comunicazione moderni utilizza la crittografia: iMessage, Signal, e WhatsApp forniscono ad esempio sevizi di messaggistica crittografata mentre Facetime, Signal, Firefox Hello, e Google Hangouts forniscono servizi di video crittografati. Le email, le telefonate e gli SMS non garantiscono una protezione così avanzata.

2) Assicurarsi che il proprio software sia sempre aggiornato. Gli aggiornamenti del software possono essere paragonati al cambio dell’olio delle macchine – sul momento può sembrare una scocciatura ma col passare del tempo è la soluzione migliore. Aggiornando regolarmente app e dispositivi si usufruisce delle nuove scoperte che hanno fatto gli sviluppatori in tema di sicurezza. Diverse app moderne e sistemi operativi si aggiornano automaticamente per garantire maggiore sicurezza.

3) Quando si inseriscono proprie informazioni personali è necessario appurare che il sito internet utilizzi la crittografia. Senza la crittografia, qualsiasi dato privato inviato ad un sito internet è a rischio. Se compare un piccolo lucchetto accanto all’URL, il sito Internet utilizza la crittografia ed è quindi sicuro. 

4) Capire come funziona il tracciamento online. Molti siti Internet tracciano le abitudini di navigazione dell’utente quando questo è online. A volte, questi siti lo dichiarano apertamente per poi utilizzare i dati per migliorare l’esperienza di navigazione. Altre volte tracciano la navigazione senza che l’utente ne sia consapevole. Mozilla ha ideato Mozilla Lightbeam, un semplice add-on che comunica all’utente da chi e se è tracciato.

5)  Utilizzare l’autenticazione a due fattori quando possibile. L’autenticazione a due fattori – come inserire un pin sul cellulare – garantisce un ulteriore livello di sicurezza al proprio account.  In questo modo gli aspiranti spioni avrebbero bisogno di molto più di una password per riuscire a rubare i dati, avrebbero bisogno del telefono!

6)  Prendere seriamente le password. Le password lunghe sono le più sicure e non bisogna utilizzare la stessa combinazione ovunque. A questo link sono disponibili maggiori consigli per salvaguardare il proprio account.

7) Cancellare gli account che non vengono utilizzati. Capita a tutti di creare un profilo su un social network ma di perdere rapidamente interesse, in questo caso se il profilo non viene utilizzato è necessario cancellare l’account, molti servizi e app vendono infatti i dati degli utenti anche quando i dispositivi non sono utilizzati. 

Oggi Internet è una delle risorse pubbliche mondiali più importanti: è aperto, libero e indispensabile per la propria vita quotidiana. È il luogo dove si chiacchiera, gioca, dove si controlla il proprio conto bancario e dove si fa shopping. Fare tutto questo su Internet è possibile grazie ad una serie di principi cardine, come la consapevolezza che la sicurezza individuale e la privacy siano elementi indispensabili.