L’Internet e Cloud Provider italiano si accredita tra i fornitori di servizi di public cloud per le 52 Agenzie e Istituzioni Europee, tra cui il Parlamento Europeo, la Commissione Europea, lo European Council e la Corte di Giustizia.

Tempo di lettura: 2 minuti

Enter, Internet e Cloud Provider milanese, è l’unica azienda italiana tra i vincitori del bando dalla Commissione Europea “DIGIT Cloud I”. Il bando aveva come obiettivo l’individuazione di fornitori accreditati a vendere servizi cloud IAAS (Infrastructure as a Service) alle 52 Agenzie dell’Unione Europea, per un totale di 14 milioni di euro in un arco temporale di 4 anni. Le risorse richieste includevano servizi evoluti di infrastrutture distribuite multi-region tra cui server virtuali, storage e servizi di rete avanzati. Una particolare attenzione è stata riservata alla definizione e al rispetto dei requisiti di sicurezza, portabilità e trasparenza: il bando privilegiava soluzioni e standard aperti basati su piattaforme open source, con lo scopo di evitare il rischio vendor lock-in.

Enter si è aggiudicata questo importante riconoscimento insieme al consorzio CTA (Cloud Team Alliance), composto da Enter (ITA), Numergy (FRA), Gigas (ESP) e Portugal Telecom (PT). Nella Cloud Team Alliance Enter ha il compito più importante: erogare la sua piattaforma tecnologica Enter Cloud Suite, il servizio di public IAAS nato in Italia nel 2013 e progettato attorno al software di orchestrazione open source OpenStack.

Concepito in risposta ai servizi IAAS dei grandi player globali, Enter Cloud Suite è stato fin da subito disegnato seguendo i principi fondanti del cloud computing e del calcolo distribuito: presente nei principali centri di snodo di Internet in Europa, è attivo in tre region separate (Italia, Germania, Olanda) e connesse da una rete proprietaria a 10Gbps; offre servizi di computing, storage e networking as a service, oltre a servizi avanzati di CDN (Content Delivery Network) e di DNS dinamico per il balancing e il failover geografico.

Tutta l’infrastruttura cloud di Enter si basa su software open source e non è dunque soggetta ad alcun costo di licenza, con grandi benefici per l’utente finale in termini di sicurezza, trasparenza e costi. I dati degli utenti risiedono esclusivamente sul suolo europeo, in piena osservanza delle norme in fatto di tutela della privacy e di riservatezza.

La piattaforma italiana Enter Cloud Suite ha superato tutti i test di validazione tecnico-economici della Commissione Europea. Il risultato è tanto più degno di nota se si considera che Enter e il consorzio Cloud Team Alliance sono gli unici vincitori del bando interamente europei, accanto a grandi corporation globali: BT, IBM, Accenture e Atos.