Stando all’associazione i due provider bloccherebbero senza motivo le mail inviate contemporaneamente a più destinatari, creando grave danno agli utenti

Sarà l’onda lunga delle nuove regole fissate dall’Agcom per garantire la trasparenza del comportamento, spesso al contrario poco chiaro, delle Telco verso i propri utenti, fatto sta che è notizia di poche ore fa quella della denuncia a Libero.it e Virgilio.it da parte del Codacons.

 

Nell’esposto inoltrato alle Procure della Repubblica di Roma e Milano l’associazione a tutela dei diritti dei consumatori spiega che “da qualche tempo si stanno registrando gravissimi problemi a danno degli utenti che utilizzano indirizzi mail con questi  due domini; chi ha scelto un indirizzo di posta elettronica con dominio @libero.it o @virgilio.it, infatti, non riuscirebbe più a ricevere quelle e-mail inviate a più destinatari simultaneamente”.

 

Il problema, nello specifico, sembrerebbe legato alla circostanza che tutte le mail massive inviate da domini privati sono state segnalate in una “blacklist”, ma non si riesce a capire in quale blacklist e il modo per risolvere la problematica.

I continui tentativi del Codacons di contattare Italiaonline S.r.l, società che da febbraio 2013 raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix S.p.a. e di Libero S.r.l., sono stati privi di riscontro.

 

Una situazione che danneggia pesantemente l’associazione dei consumatori, la quale per la sua attività quotidiana necessita di inviare comunicazioni e aggiornamenti via mail a più destinatari (ad esempio sullo stato delle class action, sugli sviluppi di azioni collettive, ecc.). Molti consumatori, ignari del problema a causa della mancanza di qualunque informazione da parte di Italiaonline, da tempo lamentano la mancata ricezione di comunicazioni da parte del Codacons, comunicazioni tuttavia regolarmente inviate e immotivatamente bloccate dai due domini.