Oltre 2500 utenti online sulle varie piattaforme hanno assistito agli interventi dei 55 speaker

Grande successo per la terza edizione di Blockchain Forum Italia
Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo i 400 partecipanti della prima edizione, nel 2018, e i 600 della seconda, è sembrata una scommessa la 3° edizione del Blockchain Forum Italia organizzata per la prima volta in modalità completamente digitale e trasmessa live streaming per rispondere alle restrizioni dettate dall’attuale emergenza sanitaria.

E quest’anno il bilancio della più importante fiera dedicata al mondo della Blockchain è stato più che positivo con numeri che hanno fatto registrare un vero e proprio record: oltre 2500 utenti collegati da remoto sulle varie piattaforme hanno assistito agli interventi dei 55 speaker, tra i massimi esperti della tecnologia Blockchain e dell’innovazione digitale italiana ed internazionale, ai 9 panel tematici, ai 4 workshop e alle 6 interviste a manager e titolari di aziende del settore.

Anche a evento concluso i numeri riferiti alle visualizzazioni delle interviste realizzate durante la due giorni e caricate sul canale YouTube del Blockchain Forum Italia hanno continuato a crescere. Eclatanti e molto significativi gli esempi del video sul tema “Interoperability among platforms: a foreseeable future?” che ha ottenuto finora 14.200 visualizzazioni e quello dedicato alle funzionalità della piattaforma Dedit.io per la notarizzazione (così viene definito il processo con cui i dati si rendono immutabili sulla blockchain) dei documenti digitali, che ha raggiunto quota 15.260 visualizzazioni.

Proprio la soluzione Dedit.io, sviluppata dalla società milanese Blockchain Italia, è stata una delle novità di punta dell’evento grazie anche al prestigioso premio “Top of the PID 2020” consegnato a ottobre dal Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo durante l’Internet Governance Forum Italia 2020. Una piattaforma che rende la blockchain a “portata di tutti”, permettendo ad aziende di ogni dimensione, professionisti e Pubblica Amministrazione di attestare e dimostrare l’esistenza e l’originalità di un documento in un determinato momento. Alcune realtà hanno già utilizzato Dedit.io per far sottoscrivere ai propri dipendenti al rientro al lavoro dopo il primo lockdown l’avvenuta ricezione dei Dispositivi di Protezione Individuale, assicurando livelli di sicurezza superiori e senza necessità di interazione in prima persona.

Durante il Forum è stato anche presentato il nuovo Italian Blockchain National Observatory (IBNO), nato dalla collaborazione tra il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni (DEMI) dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Associazione Italia4Blockchain e Cryptodiamond S.r.l., progettato come modello di tipo aperto e collaborativo, in grado di offrire un supporto conoscitivo in continuo aggiornamento ad imprese e professionisti. Contribuirà infatti a promuovere il trasferimento e lo scambio di conoscenze, best practices e modelli di business innovativi abilitati dall’introduzione della blockchain. Inoltre, sul portale ibno.eu è disponibile il primo report gratuito sull’ecosistema italiano della blockchain, un’analisi qualitativa su di un campione di 60 tra provider e user della tecnologia, operanti in una molteplicità di ambiti e settori di attività che mostra lo stato dell’arte della tecnologia blockchain in Italia e delinea possibili scenari futuri.

Ed è proprio per mantenere alta l’attenzione sul tema e sui tanti utilizzi della tecnologia e per assicurarsi un analogo successo di partecipazione alla prossima edizione del Blockchain Forum Italia nel 2021 che il suo fondatore, Pietro Azzara, ha deciso di realizzare e pubblicare sul canale YouTube ufficiale della fiera due videointerviste al mese, fino a novembre 2021, ad autorevoli esperti del settore su temi di grande attualità collegati alla blockchain. Tra i primi ad essere intervistati: Silvio Micali, Founder di Algorand, Sunny Lu, CEO VeChain e Sebastiano Barbanti, Digital Transformation & Multichannel di Iccrea Banca S.p.A.

“Siamo orgogliosi che il Blockchain Forum Italia si sia confermata anche quest’anno, seppur nella modalità virtuale, la fiera nazionale di riferimento del mondo blockchain a cui hanno preso parte come relatori i massimi esperti italiani e internazionali. Importanti occasioni di confronto come questa sono fondamentali per contribuire alla diffusione di questo paradigma tecnologico nel nostro Paese e le interviste che verranno pubblicate nelle prossime settimane contribuiscono proprio al compimento di questa mission” – dichiara Pietro Azzara, fondatore di Blockchain Forum Italia, CEO di Blockchain Italia.io S.r.l e Presidente dell’associazione Italia4Blockchain.