Le nuove tecnologie aiutano a ridure gli spostamenti nella speranza che la scienza riesca a produrre il rapidamente il vaccino

Smart working e-commerce e farmacie online tre strumenti tecnologici per limitare la mobilità
Tempo di lettura: 2 minuti

Da settimane ormai il numero dei contagi da Covid-19 cresce ad un ritmo esponenziale in tutta Europa. In Italia la risalita di questo numero è stata più tardiva rispetto ad altri paesi europei, ma gli esperti ritengono che ormai sarà difficile, se non impossibile, tornare indietro e che presto raggiungeremo un numero di contagi uguale a quello della Francia, che si antepone al nostro paese per una cifra assai esigua.

Secondo Massimo Galli, noto infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano, è solo questione di tempo perché questo avvenga e perché, nella sua opinione, sia necessario un nuovo lockdown. Di fronte a questo scenario è necessario prepararsi adeguatamente, e la tecnologia ci aiuterà come ha già fatto in precedenza.

Ciò che desta preoccupazione ed inquietudine questa volta è il fatto che, a differenza di maggio, l’estate è ancora lontana, mentre l’inverno è alle porte, e di conseguenza l’emergenza non allenterà la sua morsa per molti mesi. La causa di ciò risiede nel fatto che si stanno ripresentando le condizioni ambientali favorevoli al virus quali: freddo, umidità e oscurità.

Tutto questo avrà, come d’altronde già sappiamo e abbiamo sperimentato nei mesi passati, un enorme impatto sulla nostra vita quotidiana: gli spostamenti saranno più difficili e rischiosi, dovranno essere ridotti al minimo indispensabile e, quando non saranno evitabili, dovremo prenderci molte più precauzioni e agire molto più responsabilmente rispetto a come abbiamo fatto quest’estate. È fondamentale ricordarsi a questo proposito che, già in questo momento, il sistema sanitario è gravemente sotto pressione e, a detta degli esperti, di questo passo rischia di non riuscire a garantire a tutti la giusta assistenza.

Fortunatamente, nel corso della pandemia, la tecnologia ci ha offerto notevoli vantaggi. Per esempio ci ha consentito di rimanere in contatto con i nostri cari e i nostri amici e ha consentito a molti di continuare a lavorare attraverso lo smart working, le cui regole sono state prorogate fino al 31 Dicembre. Il vantaggio più sostanziale consiste nel fatto che ci ha permesso di evitare gli spostamenti non necessari.

Si pensi a questo proposito al fatto che ci si può garantire l’approvvigionamento di molti tipi di prodotti grazie ai servizi di ecommerce e consegna a domicilio. Un ottimo esempio di questo fenomeno in forte crescita quest’anno, per restare in tema sanitario, si può riscontrare usufruendo dei servizi forniti dalle migliori farmacie online, che garantiscono la consegna entro 24/48 ore dei prodotti richiesti e la consulenza gratuita dei suoi farmacisti.

In conclusione è però importante ricordare che attualmente c’è anche molta speranza, una speranza che nasce dalle previsioni sui vaccini e sulle nuove terapie, elaborate nel corso di questi mesi, per cui con molta probabilità, tra la metà e la fine del 2021, si inizierà a vedere l’inizio della fine della pandemia. Questa è una prospettiva che dovrebbe spronare tutti a fare il dovuto, e possibilmente ultimo, sacrificio richiesto per uscire da questa drammatica situazione.