Home News FINIX Technology Solutions cambia sede e sceglie l’home office

FINIX Technology Solutions cambia sede e sceglie l’home office

-

Tempo di lettura: 2 minuti

FINIX Technology Solutions annuncia un ulteriore passo nel suo processo di trasformazione spostando la sua sede di Milano all’interno dello spazio di CoWorking di WeWork, in via San Marco, 21.

A seguito dell’estrema prontezza con cui FINIX Technology Solutions è riuscita – durante l’emergenza sanitaria – a implementare con efficacia la modalità smart working di tutti i propri dipendenti, la società ha scelto di optare in maniera stabile per l’home working e il flexible working anche in condizioni di normalità operativa.

“Come player importante nel settore della trasformazione digitale in Italia, abbiamo scelto di promuovere un nuovo modo di lavorare agile, che assicura un’esperienza più dinamica per i dipendenti e un miglior work-life balance”, ha dichiarato Danilo Rivalta, CEO di FINIX Technology Solutions. “Spostare la nostra sede operativa in WeWork, inoltre, offrirà sicuramente grande valore tanto ai nostri dipendenti quanto ai nostri clienti, che potranno usufruire di spazi nuovi e funzionali nel cuore della città”.

La scelta di WeWork si inserisce all’interno di un più ampio progetto di creazione di un ecosistema di innovazione, il motore dell’HUB di eccellenze tecnologiche e soluzioni digitali innovative, con cui FINIX si presenta al mercato dei potenziali partner e clienti. Far parte di una community internazionale che accoglie e ospita le realtà più interessanti – in termini di aziende e startup – è sicuramente un valore aggiunto.

L’iniziativa di FINIX si allinea con quella delle principali aziende tech, da Google a Twitter a Linkedin e non da ultimo la stessa Fujitsu, che ha sottolineato l’importanza di sfruttare le potenzialità offerte dal mondo digital per ottimizzare l’efficienza, riducendo i tempi del commuting e migliorando il carbon footprint.

In termini di riduzioni delle emissioni infatti,  l’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, in uno studio che coinvolge 29 pubbliche amministrazioni e 5.500 lavoratori, ha calcolato che lo smart working è in grado di ridurre la mobilità quotidiana di circa un’ora e mezza in media a persona, per un totale di 46 milioni di chilometri evitati, pari a un taglio di  8000 tonnellate di CO2, 1,75 tonnellate di PM10 e 17,9 tonnellate di ossidi di azoto.

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    Cyberstalking: cos'è e come possiamo difenderci

    Cyberstalking: cos’è e come possiamo difenderci

    Un’attenzione particolare può trasformarsi rapidamente in un comportamento criminale e addirittura violento
    Remote Working: come cambia il futuro del lavoro

    Remote Working: come cambia il futuro del lavoro

    Il lavoro da remoto rende più produttivi, ma potrebbe provocare senso di isolamento e una riduzione del tasso di innovazione
    BNL Gruppo BNP Paribas sceglie Vodafone Business

    BNL Gruppo BNP Paribas sceglie Vodafone Business

    Una nuova partnership strategica della durata di 5 anni per costruire una banca moderna, “iper-connessa” e sicura
    AI e discriminazione sociale: come sconfiggere il bias?

    AI e discriminazione sociale: come sconfiggere il bias?

    Gli algoritmi incorporano e riproducono i pregiudizi degli esseri umani che li addestrano
    The Work Survey: l'impatto del covid sul mondo del lavoro

    The Work Survey: l’impatto del covid sul mondo del lavoro

    Le aziende europee si sono adattate in fretta, ma la business continuity ha la meglio sulla sicurezza dei dipendenti