Il “Diploma Collegio” attesta le “soft skill” acquisite dagli studenti durante il percorso formativo

Registry: nasce la prima piattaforma Blockchain di Confindustria
Tempo di lettura: 4 minuti

La Conferenza dei Collegi Universitari di Merito, CCUM ha introdotto, grazie alla collaborazione con il Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche (CIMEA), il Diploma di Collegio, un diploma digitale rilasciato attraverso la tecnologia blockchain che attesta le competenze acquisite dagli studenti nei Collegi universitari di merito. Il diploma certifica le “soft skills”, le competenze non formali (capacità di lavorare in gruppo e secondo obiettivi, attitudine alla soluzione dei problemi, autonomia, abilità nell’organizzazione e nella pianificazione etc.) acquisite dagli studenti grazie al percorso formativo svolto nei Collegi universitari di merito.

Il Diploma di Collegio è digitale e la sua validità è accertata grazie alla tecnologia blockchain: CCUM, che riunisce i 52 collegi di merito italiani riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, ha infatti accesso alla piattaforma informatica Diplo-me del CIMEA che utilizza questa tecnologia per consentire la condivisione e la certificazione di validità dei titoli studio da parte di Università nazionali e internazionali. I diplomi saranno rilasciati a partire dall’anno accademico 2020/21: con questo strumento gli studenti dei Collegi universitari di merito potranno dimostrare, anche a livello internazionale, di avere acquisito le abilità specifiche richieste oggi dal mondo del lavoro.

La formazione nei collegi universitari. Gli studenti delle Università e delle Istituzioni di Alta Formazione italiane, statali e non statali, accedono ai Collegi generalmente attraverso una prova scritta, a cui seguono uno o più colloqui, anche di carattere motivazionale. Sempre in fase di colloquio, viene illustrato il progetto formativo personalizzato che lo studente svilupperà nel corso della sua permanenza nel Collegio, parallelamente al proprio percorso universitario.

In questo contesto gli studenti sviluppano le “soft skills”, competenze umane e relazionali, quali, ad esempio, la capacità di lavorare in gruppo e secondo obiettivi, l’attitudine alla soluzione dei problemi, l’autonomia, l’abilità nell’organizzazione e nella pianificazione. Il Diploma di Collegio, voluto da CCUM, è rilasciato agli studenti dopo aver superato con successo gli esami di valutazione.

Per gli studenti meritevoli, ma in disagiate condizioni economiche, l’accesso ai Collegi universitari di merito è garantito da agevolazioni, borse di studio, posti gratuiti.

Il diploma digitale e la tecnologia blockchain. Per rilasciare il Diploma di Collegio in un formato digitale, sicuro e riconosciuto, CCUM ha creato un suo profilo nella piattaforma informatica Diplo-me creata dal CIMEA per la condivisione e la certificazione dei titoli di studio. Diplo-me mette in rete i possessori dei titoli (per esempio gli studenti universitari), gli Enti che li rilasciano (Università, Collegi universitari di merito, etc.) e gli Enti certificatori, come Il CIMEA, che hanno il compito di attestare e dimostrare la validità di un titolo anche al di fuori della Nazione in cui è stato rilasciato. All’interno di Diplo-me uno studente, per esempio, può richiedere alla sua Università il rilascio in formato digitale dell’elenco aggiornato degli esami superati oppure del diploma di laurea, e aggiungerli al suo profilo. La validità di questi titoli è immediatamente riconosciuta dalle Università e dagli Enti aderenti a Diplo-me e ciò rende più semplice l’accesso degli studenti al mondo universitario o del lavoro all’estero.

Lo scambio digitale di informazioni tra gli studenti e gli Enti avviene grazie alla tecnologia blockchain: infatti la validità delle transazioni (in questo caso il rilascio e la condivisione dei titoli di studio) è certificata da tutti i membri della rete (la piattaforma Diplo-me), la transazione è tracciabile, visibile a tutti i componenti della piattaforma e non modificabile senza il consenso di tutti i partecipanti. Questo meccanismo della blockchain, elaborato in origine per il commercio di bit-coin e oggi utilizzato in diversi settori, rende i dati inseriti nelle piattaforma Diplo-me immutabili, certificati, trasferibili, digitali.

Conferenza dei Collegi Universitari di Merito (CCUM)

La Conferenza dei Collegi Universitari di Merito (CCUM) è l’associazione che riunisce e rappresenta 52 Collegi Universitari di Merito riconosciuti e accreditati dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Obiettivo della CCUM è sostenere la causa del Collegi Universitari di Merito nei suoi rapporti nazionali e internazionali con le istituzioni, le università, la società civile e il mondo produttivo.

I Collegi Universitari di Merito si trovano in quindici città italiane situate in dieci regioni (Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia) e ospitano ogni anno circa 4.500 studenti ammessi per concorso, offrendo, oltre a vitto ed alloggio in un contesto ambientale che favorisce lo studio e la socializzazione, un percorso formativo personalizzato, attività culturali integrative ai corsi accademici, iniziative di internazionalizzazione con programmi di scambio con università e Collegi esteri.