Un questionario condotto da Kaspersky Lab ha rilevato che quasi un terzo (30%) degli utenti dei social network condivide i propri post, la propria posizione e altre informazioni personali con chiunque sia online – e non solo con i propri amici. Il fatto che gli utenti non si rendano conto di quanto possano essere pubbliche le proprie informazioni private condivise su questi canali lascia la porta aperta agli attacchi dei cybercriminali.

Nonostante più di tre quarti (78%) degli utenti internet abbia un account su un social media, il questionario ha mostrato un’evidente mancanza di consapevolezza tra i loro iscritti. Un rispondente su dieci (9%) non pensava che persone al di fuori del proprio gruppo di amici potessero vedere le pagine e i post condivisi, aumentando il rischio che le proprie informazioni personali cadessero nelle mani sbagliate o che venissero persino usate dai criminali per rubarne l’identità o il denaro.

La ricerca ha permesso di scoprire che gli utenti si mettono in pericolo aggiungendo nuovi amici, in quanto il 12% dei rispondenti ha ammesso di aggiungere chiunque alla propria lista, indipendentemente dal fatto di conoscerlo o meno. Un terzo (31%) degli utenti accetterebbe connessioni anche da persone sconosciute a patto che abbiano amicizie in comune, anche se ciò potrebbe esporli al contatto con ulteriori estranei, come agenti pubblicitari o cybercriminali. Per quanto riguarda invece gli amici, un quarto (26%) degli intervistati non esiterebbe a cliccare su un link inviato da un amico, senza chiedere di cosa si tratti o considerare la possibilità che l’account del mittente potrebbe essere stato hackerato.

“Gli utenti dei social network si stanno comportando in modo pericoloso, non dimostrando le competenze digitali necessarie e concedendo agli sconosciuti un semplice accesso ai loro dettagli personali e alle informazioni private. I profili dei social media contengono moltissime informazioni – dal compleanno all’indirizzo, fino ai programmi per le vacanze – e per i cybercriminali non è necessario cercare a lungo prima di trovare informazioni di valore da sfruttare o di riuscire a rubare l’identità dell’utente a proprio vantaggio. E questo è ancora più semplice se siete involontariamente diventati loro amici”, ha commentato Morten Lehn, Managing Director di Kaspersky Lab Italia.

Per assicurarsi che i social network non siano fonte di pericolo, Kaspersky Lab suggerisce agli utenti Internet di fare attenzione a chi concedono l’amicizia e la propria fiducia su questi siti, perché potrebbero non essere chi sembrano. In caso di dubbio, non accettare una richiesta di amicizia o non cliccare su un link inaspettato. È inoltre fondamentale innalzare al massimo le impostazioni di sicurezza del social network, per garantire che siano solo i veri amici a vedere gli aggiornamenti di stato.

In aggiunta all’attenzione, un software di sicurezza permette di proteggere la propria vita digitale dalle minacce di Internet e di tutelare la privacy e la propria identità.
È inoltre possibile controllare il proprio livello di competenza digitale al seguente link: https://blog.kaspersky.it/cyber-savvy-quiz/

3 Commenti