I gestori delle identità digitali continueranno a fornire gratuitamente le credenziali SPID di livello 1 e 2

Clusit e Copernicani si oppongono alla centralizzazione di SPID

AgID continua il suo impegno per facilitare l’utilizzo di SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale. In vista della scadenza dell’accordo in vigore, l’Agenzia ha invitato i 9 gestori di identità digitale (Identity Provider) ad estendere per il futuro la gratuità dell’attivazione di SPID in favore dei cittadini.

Tutti gli Identity Provider che – nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia – forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti, continuano a rendere disponibili gratuitamente le credenziali SPID per:

  • il Livello 1 che consente l’accesso ai servizi online attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente,
  • il Livello 2, dedicato ai servizi che richiedono un grado di sicurezza maggiore, che permette l’accesso attraverso un nome utente e una password scelti dall’utente; la generazione di un codice temporaneo di accesso (one time password) o l’uso di un’APP, fruibile attraverso un dispositivo (es. smartphone).

Si estende così per il futuro la gratuità di SPID nelle convenzioni sottoscritte tra AgID e gli Identity Provider, ove era originariamente previsto un termine di scadenza al 31 dicembre 2019.

La gratuità permanente relativa al rilascio di SPID incoraggia le Pubbliche Amministrazioni a superare eventuali incertezze nella adozione dello SPID quale sistema di accesso ai propri servizi online.