Gli operatori del settore devono far fronte alle crescenti aspettative dei clienti, alle variazioni normative e alla necessità di integrare dati provenienti da fonti eterogenee

Come superare i limiti dei sistemi legacy di back-end

Il System Integrator Fincons Group presenta il nuovo whitepaper Achieving digital potential: new solutions to overcome limitations of legacy back ends, dedicato alle banche e alle compagnie assicurative alle prese con i sistemi legacy di back-end e le crescenti aspettative degli utenti, i maggiori vincoli normativi, e la necessità di integrare i dati – provenienti da fonti interne ed esterne – con gli elevati volumi di richieste.

Fincons sottolinea il ruolo chiave che i Digital Integration Hub possono avere nell’aiutare le aziende del settore a rispondere a queste pressioni, senza mettere a rischio i loro sistemi legacy.

Oggi infatti i clienti richiedono un’esperienza utente sempre più rapida, coinvolgente e reattiva da ogni touchpoint e anche gli agenti, i broker, i consulenti finanziari e i banchieri privati avanzano richieste simili nel tentativo di soddisfare le esigenze dei consumatori. Questo aumento del volume di richieste effettuate da smartphone, siti Web e molti altri canali comporta una forte pressione sui sistemi legacy già impegnati nello svolgimento di attività fondamentali per l’azienda, creando un rischio tangibile di interruzioni del servizio.

Per superare queste sfide, le aziende del settore bancario ed assicurativo dovrebbero considerare l’adozione di un Digital Integration Hub che consenta:

  • il consolidamento di dati storici e nuovi in tempo reale in un unico data lake, così da consentire una visione più semplice dei clienti a 360°;
  • l’integrazione di dati esterni derivati da fonti IoT e OpenData;
  • la realizzazione di API che interagiscano direttamente con il data lake per fornire alle applicazioni di front-end i dati necessari, senza impatto sui sistemi legacy di back-end;
  • la disponibilità 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, di dati in tempo reale;
  • la disponibilità di funzioni di ricerca “Google-like”;
  • la possibilità di ridurre il carico macchina sui sistemi legacy di back-end, spesso basati su costose infrastrutture, spostandolo sul data lake (mainframe offload).

Giuliano Altamura, Head of Financial Services Business Unit di Fincons Group, commenta: “Il nostro whitepaper aiuta le compagnie del settore assicurativo e bancario a superare i rischi finanziari, tecnologici e di conformità che stanno affrontando utilizzando un nuovo modo di integrare i dati e, soprattutto, fornisce una soluzione reale: l’adozione di un Digital Integration Hub. Questa nuova architettura svolge un ruolo fondamentale nell’aiutare i sistemi aziendali a risparmiare tempo, altrimenti sprecati in tempi macchina di basso valore, evitando interruzioni, aiutando a focalizzare l’attenzione sull’esperienza cliente e riducendo il rischio di abbandono del cliente.”