Home Internet Connettività Lombardia seconda per Tasso di Penetrazione digitale

Lombardia seconda per Tasso di Penetrazione digitale

-

Tempo di lettura: 3 minuti

I dati presentati ieri a Erba – in occasione della settima e ultima tappa di Piccole Medie Digitali – dimostrano che il Tasso di Penetrazione digitale in Lombardia è forte, anche tra le PMI.

“I dati confermano quanto da noi rilevato due anni fa in occasione del trentennale di Registro .it: la Lombardia è ancora la seconda regione per diffusione di internet generale, dopo il Trentino Alto Adige, con un Tasso di Penetrazione generale, cioè un numero di nomi a dominio ogni 10.000 abitanti, pari a 383,09 – ha commentato Anna Vaccarelli, Responsabile Relazioni esterne, media, comunicazione e marketing di Registro .it. Questo valore equivale al 20,66% dei Registranti a livello nazionale ed è superiore alla media nazionale di 307,47. Seguono Toscana e Valle D’Aosta.”

Sempre a livello nazionale, a oggi risultano registrati in tutto 3.238.096 domini “.it”, di cui 444.143 solo nel 2019. La maggioranza dei Registranti è costituita da Imprese (52,03%), seguite da Persone Fisiche (32,15%), Liberi Professionisti (8,48%), Enti No Profit (4,17%), Enti pubblici (1,47%) e Altro (1,69%).

Lombardia

Analizzando i dati a livello regionale, invece, vediamo che la Lombardia si colloca al secondo posto anche per diffusione di internet tra le imprese (Tp di 21,76 – ben superiore alla media nazionale di 15,77 – pari al 21,90% dei Registranti a livello nazionale). La maggior parte di Registranti della Lombardia è infatti costituta da Imprese (il 55,16% del totale Registranti regionale vs il 52,03% della stessa categoria sul totale nazionale).

Si colloca invece al primo posto per diffusione di internet tra i Liberi Professionisti (Tp di 35,43 ogni 10.000 abitanti contro la media nazionale di 26,07) rappresentandone il 22,54% a livello nazionale. Scivola invece al quinto posto nella classifica di diffusione di Internet tra le Persone Fisiche.

Milano, Lecco, Como e altre province

Milano è la provincia lombarda con il Tasso di Penetrazione (Tp) generale più alto (531,31 ogni 10.000 abitanti maggiorenni, pari al 9,28% di Registranti sul totale nazionale), seguita da Lecco (354,59, 0,64%) e Brescia (347,32 equivalente al 2,34%). Fanalini di coda Cremona (264,17 per 0,51%) e Lodi (227,78 per 0,28%). Milano mantiene il primato anche nelle categorie Registranti “Imprese”, “Liberi Professionisti” e “Persone Fisiche”.

Lecco mantiene la seconda posizione anche per Tp tra le Imprese (23,99 pari allo 0,68%) e tra le Persone Fisiche (102,81 equivalente allo 0,58%) mentre scivola al terzo posto tra i Liberi Professionisti (30,94 per lo 0,66%).

Como si attesta al quarto posto a livello regionale per Tp generale con 333,42 (1,07% dei Registranti) ma recupera una posizione tra i Registranti come “Persone Fisiche” (99,42, pari all’1% del totale nazionale) per poi scendere nuovamente al quarto nella classifica “Imprese” (con 21,37 ogni 100 imprese, pari all’1,12%) e scivolare al quinto tra i “Liberi professionisti” (con 29,96 ogni 10.000 abitanti maggiorenni, pari all’1,14% del totale).

Arredo

Infine, per quanto riguarda il settore ARREDO, tema portante della tappa, i dati Infocamere rivelano che nella regione Lombardia oggi operano 2.266 microimprese (tra i 2 e i 9 addetti) in questo settore. Il 59,53% ha una presenza su portali di vario genere, il 26,08% ha un sito .it, l’11,56% ha un sito con diversa estensione, lo 0,84% non ha una presenza online, lo 0.35% è presente solo su Facebook, l’1,63% è chiuso o in liquidazione.

“L’obiettivo di questo roadshow è stato quello di offrire nuovi strumenti e consapevolezze digitali agli operatori dei settori cardine della nostra economia nazionale. Il bilancio a un anno di attività è sicuramente positivo ma si può fare ancora molto di più – ha concluso Anna Vaccarelli. Questi dati dimostrano la solidità della presenza digitale e la forza del “.it” in Lombardia in questo specifico settore. Tuttavia, come abbiamo avuto modo di verificare in queste 7 tappe, il territorio italiano è molto variegato e presenta notevoli disparità tra le regioni a titolo di infrastrutture, conoscenze e accesso alla formazione continua. Come Registro continueremo a impegnarci su tutti i fronti con le nostre attività, dalle ricerche degli Osservatori alla Ludoteca fino agli appuntamenti sul territorio. Internet e il digitale sono una grande opportunità ed è nostro compito fare in modo che diventino patrimonio di tutti.”

Redazione BitMAThttps://www.bitmat.it/
BitMAT Edizioni è una casa editrice che ha sede a Milano con una copertura a 360° per quanto riguarda la comunicazione rivolta agli specialisti dell'lnformation & Communication Technology.
  • Newsletter

    Iscriviti alla Newsletter per ricevere gli aggiornamenti dai portali di BitMAT Edizioni.

  • I più letti

    SEMrush

    SEMrush acquisisce Prowly

    Prowly continuerà ad operare come brand indipendente, ma sarà strettamente inserito nell'ecosistema SEMrush, beneficiando del vasto patrimonio della sua banca dati.
    Codici QR sempre più popolari: imprese e utenti finali a rischio

    Codici QR sempre più popolari: imprese e utenti finali a rischio

    La maggioranza degli intervistati non possiede device protetti dalle minacce e non possiede un software di sicurezza
    Reti e sicurezza: i pericoli del lavoro da remoto

    Reti e sicurezza: i pericoli del lavoro da remoto

    Priorità cambiate improvvisamente, scarsa visibilità di rete e mancanza di tempo
    CDP Venture Capital e Digital Magics insieme per l'innovazione

    CDP Venture Capital e Digital Magics insieme per l’innovazione

    Le due realtà partecipano a un round di investimento per oltre 3,5 milioni di euro a favore di 6 startup innovative italiane
    TikTok e Instagram, spopolano le app truffa per iOS e Android

    TikTok e Instagram, spopolano le app truffa per iOS e Android

    Scaricate più di 2.400.000 da profili dedicati su piattaforme molto popolari tra bambini e pre adolescenti